L’assise ‘snobba’ le sedute sul web – Ma Germani precisa: proposta bloccata dalla conferenza dei capi gruppo

 

ARCE – Il web può attendere! 
Venerdì scorso il presidente del consiglio comunale, Gianfranco Germani, ha convocato per giovedì prossimo 10 marzo, alle ore 19.30, una riunione ordinaria della massima assise civica. Unico punto all’ordine del giorno è l’agognata approvazione del conto consuntivo 2009. Niente discussione sulla mozione presentata dal consigliere d’opposizione Gianni Nardone, che si è fatto portavoce di una proposta nata “dal basso”, attorno ad una discussione avvenuta nei mesi scorsi su di un noto social network. Il consigliere ha già preannunciato battaglia sulla questione, visto che la sua mozione non è stata portata per la terza volta consecutiva all’attenzione del consiglio, quando solitamente ciò avviene nel primo consiglio utile successivo alla data della richiesta.
«Credo che il prossimo consiglio – ha detto Nardone – sarà molto incandescente. Il presidente Germani non ha inserito per la terza volta consecutiva la mozione sulla possibilità di trasmettere le sedute on line senza un vero motivo. Questo è l’atteggiamento dell’amministrazione Simonelli, alla faccia della tanto decantata trasparenza amministrativa. Ma noi non demordiamo – ha concluso – e su questa storia e verificheremo quale sono i reali motivi che ostacolano la proposta».
«La proposta di Nardone – ci ha spiegato invece Gianfranco Germani – è ferma nella conferenza dei capigruppo, al quale il consigliere non ha partecipato. In quell’occasione – ha aggiunto il presidente – i presenti convennero sul fatto che era necessario confrontarsi in maniera approfondita con tutti e soprattutto con il consigliere proponente. Sono emersi infatti dei problemi che, se non affrontati a monte, potrebbero poi far rimanere la possibilità di trasmettere le sedute sul web una semplice volontà fine a se stessa. E questo non è assolutamente nelle intenzioni dell’amministrazione comunale che, al contrario, vuole fare di tutto per coinvolgere i cittadini alla gestione della cosa pubblica. Appena possibile – ha concluso Germani – convocherò una conferenza dei capi gruppo per affrontare la questione e soprattutto per formulare una proposta di delibera che poi trovi concreta attuazione negli uffici comunali».

 

48
Da: ; ---- Autore: