Lavoro nero, multate due aziende – Cinque i dipendenti senza contratto: quattro in una ditta tessile e uno su un cantiere edile

ARCE – Operazione della Guardi di finanza contro il lavoro irregolare: scoperti cinque dipendenti “in nero” tra un’azienda tessile e un cantiere edile.

A scoprirli, in due distinti interventi sono state le Fiamme gialle di Ceprano, nel corso di alcuni controlli finalizzati alla prevenzione e al contrasto del lavoro in nero, disposti dal Comando provinciale della Guardia di finanza di Frosinone.

Il controllo, effettuato presso un’azienda operante nel settore dell’abbigliamento di Arce, ha permesso di scoprire quattro lavoratori in nero. L’esame dei documenti aziendali relativi all’impiego della manodopera utilizzata ha consentito di accertare come 4 dei lavoratori presenti non fossero  regolarmente assunti. Di questi, infatti, non risultavano effettuati i versamenti di contributi Inps e non erano state operate le trattenute Irpef che andavano poi versate all’amministrazione finanziaria. Un quinto lavoratore in nero, poi, è stato individuato presso un cantiere edile. Per i titolari delle due ditte verrà applicata la sanzione amministrativa da 1.500 euro a 12.000 per ciascun lavoratore, maggiorata di 150 euro per ciascuna giornata di lavoro effettivo.

L’attività svolta dalle Fiamme gialle mira a consolidare il controllo economico del territorio attraverso il quale è possibile combattere tutte le attività illecite che minano la sicurezza economico-finanziaria. Il fenomeno del lavoro nero genera effetti negativi sia per i lavoratori, che non hanno certezze sulla stabilità del rapporto d’impiego, sulla tutela dei propri diritti alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, sia per il paese, in quanto il lavoro nero riduce la crescita dell’economia legale e provoca distorsioni delle regole di mercato. Il ricorso al lavoro nero, infatti, riduce i costi di un’azienda e influenza le condizioni di competitività a vantaggio delle imprese che ne fanno ricorso e in danno di quelle che, invece, rispettano le regole.

 

 

79
Da: ; ---- Autore: