Le statue di S.Eleuterio e Santa Rita, tornano nella loro dimora – Dopo il rinvio per il maltempo di domenica scorsa, la processione ha toccato le contrade di Campanile e Campostefano, molte le persone anziane ad aspettare lungo il percorso.

Per il secondo anno consecutivo, la tradizionale processione, che si effettuava la domenica mattina dopo la messa delle 8 e 30 in Parrocchia, e spostata al pomeriggio, toccando le contrade, ha avuto luogo.

Infatti, il comitato dei festeggiamenti, presieduto da Bernardo Bartolomei, quest’anno ha deciso che le contrade da toccare sono Campanile e Campostefano, per poi ritrovarsi nell’ ultimo tratto di circa trecento metri procedendo a piedi, lasciando le auto nel piazzale Bianchi messo gentilmente a disposizione dai proprietari. Negli anni precedenti la processione era seguita solo da pochi fedeli. Ebbene, alle 16.30 dopo il momento di preghiera, la Statue in processione hanno preso la via del ritorno al Santuario accompagnate da padre Lino, la Banda musicale Comunale e Parrocchiale "Città di Arce", il sindaco dott. Roberto Simonelli, i rappresentanti dei Carabinieri, la Polizia locale, i volontari della Protezione Civile, e, soprattutto tanti fedeli lungo il percorso.

Giunta al Santuario, la celebrazione eucaristica presieduta da padre Lino e padre Josehf, davanti al Santuario.

 

194
Da: ; ---- Autore: