Lo sconcerto di Nardone – Con una nota il consigliere d’opposizione Gianni Nardone esprime il suo disappunto

ARCE – Fa ancora discutere il voto di Colantonio all’assemblea della società Saf.
Gianni Nardone consigliere d’opposizione e capogruppo consiliare “Federazione della Sinistra – Socialismo  2000 del comune di Arce” esprime quanto segue:
«Apprendo dalla lettura dei quotidiani locali che Sinistra ecologia libertà provinciale per bocca del suo segretario provinciale Nazzareno Pilozzi condivide la scelta di Vincenzo Colantonio di evitare che la Saf divenisse un ulteriore terreno di conquista da parte della destra e per tale motivo ha votato anche lui Cesare Fardelli come presidente della sociètà suddetta. Tale difesa d’ufficio la posso anche comprendere ma è sicuramente fuori luogo per una serie di motivi che vado ad elencare brevemente: 1) La maggioranza di Arce non è di centrosinistra sia per ammissione del Sindaco e sia perché Vicesindaco e Presidente del Consiglio comunale più altri consiglieri sono dichiaratamente di centrodestra. 2) Il 10 maggio 2010, alla riunione dei capigruppo consiliari richiesta dall’assessore all’ambiente Vincenzo Colantonio al fine di trovare soluzioni unitarie sull’emergenza ambientale che stava riguardando l’impianto di smaltimento dei rifiuti di Colfelice e la vicina discarica di Cerreto, lo stesso criticò aspramente l’operato dell’allora dirigenza della SAF che di fatto anche grazie al suo voto è stata riconfermata. 3) Qualche settimana dopo venne votata all’unanimità un’apposita delibera da parte del Consiglio Comunale di Arce che stigmatizzava il comportamento della SAF e chiedeva alla Provincia di Frosinone di realizzare una Commissione di Controllo sulla stessa.
Pertanto trovo particolarmente sconcertante il voto di Colantonio, delegato dal sindaco, con il quale ha contribuito alla riconferma di Fardelli come presidente della Saf, se l’amico assessore fosse stato coerente con quanto affermato non più tardi di un anno fa, avrebbe dovuto per lo meno astenersi sulla proposta del Centrosinistra. Non si puo’ affermare da una parte che si pensa alla gente e poi ci si piega al volere della politica, ma debbo riconoscere che in questi ultimi anni ho avuto spiacevoli sorprese riguardo ai comportamenti politici dell’assessore all’ambiente di Arce. Non capisco poi il suo rifermento all’opposizione comunale improbabile di stamani, la nostra opposizione sarà anche improbabile  ma la maggioranza di cui fa parte è sicuramente “impossibile a guardarsi”, vista anche l’incapacità a gestire ad esempio le politiche del personale. Mi sembra di ricordare che il concorso per un posto di necroforo è stato annullato senza che ne venisse spiegata la motivazione, e le assunzioni del responsabile dell’area tecnica e dell’area amministrativa sono saltate anche esse.
Assessore meno chiacchiere e più fatti, cioè le assunzioni».

160
Da: ; ---- Autore: