Lo stato maggiore dell’Arma per rendere omaggio a Simonelli – I vertici provinciali alla cerimonia per il carabiniere Medaglia d’Argento

ARCE – Ad Arce i vertici provinciali dell’Arma per rendere omaggio a un eroe.
E’ stata una manifestazione molto sentita quella che si è svolta sabato scorso, su iniziativa della locale sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri, in collaborazione con i signori Dino e Mario Fini. La cerimonia ha avuto inizio con una solenne celebrazione eucaristica, tenuta dal parroco don Ruggero Martini, nella chiesa parrocchiale dedicata ai santi apostoli Pietro e Paolo. Quindi dopo il saluto del sindaco di Arce Roberto Simonelli, si è formato il corteo, accompagnato dalla banda comunale e parrocchiale “Città di Arce”, che da piazza Umberto I ha raggiunto la stazione dei Carabinieri in via Magni, dove è posta la scultura bronzea alla memoria di Antonio Simonelli, carabiniere insignito della medaglia d’argento al valor militare.
Antonio Simonelli nasce ad Arce il 28 febbraio 1910 da Andrea e Chiara Carducci. Arruolatosi nell’Arma, entrò  a far parte della terza banda autocarrata dei Carabinieri Reali della Somalia. Il 24 aprile 1936 perse la vita, presso Gunu Gadu, località dell’Africa orientale italiana. Per il coraggio dimostrato, il giovane Simonelli fu insignito della medaglia d’argento con la seguente motivazione. “durante un aspro combattimento si slanciava con singolare coraggio all’assalto contro forti posizioni nemiche, colpito a morte, lasciava gloriosamente la vita sul campo”. Il 28 maggio 1936 il Podestà di Arce gli intitolò la via pedonale che da piazza Umberto I porta al cimitero (conosciuta anche come via Ciaia). Nella locale stazione dei carabinieri, che gli fu intitolata nel 1968, oltre al busto in bronzo è presente anche una lapide che lo ricorda. Alla cerimonia hanno partecipato i massimi vertici dell’Arma della provincia. Dal comandante provinciale, colonnello Antonio Menga, il comandante della Compagnia di Pontecorvo, tenente Sebastiano Mieli, accolti dal comandante di stazione maresciallo Gaetano Evangelista. Presenti anche il sindaco di Rocca d’Arce Rocco Pantanella, quello di Colfelice Bernardo Donfrancesco e diversi amministratori locali.

145
Da: ; ---- Autore: