Materna, fervono i lavori per la ripresa – Tra qualche giorno l’inaugurazione

Arce – Scuole materne, ancora qualche giorno al via. E’ ormai questione di poco, tra mercoledì e giovedì prossimo gli alunni della scuola dell’Infanzia dell’Istituto Comprensivo “Giovanni Paolo II – Il Grande” potranno fruire delle nuove aule prefabbricate. L’assessore alla Pubblica Istruzione, nonché vicesindaco, Lucio Simonelli sta seguendo quotidianamente l’avanzamento dei lavori di assemblaggio dei prefabbricati e gli interventi di raccordo per i servizi necessari alla scolaresca. Qualche imprevisto fisiologico ha rallentato di un paio di giorni la consegna, prevista per la fine del mese. «Ad inizio della prossima settimana – ha spiegato il vicesindaco Lucio Simonelli – attendiamo il sopralluogo della Asl per quanto di competenza. Poi, intorno a metà settimana, contiamo di consegnare le aule ai ragazzi. Ci rendiamo perfettamente conto – ha aggiunto – del disagio che abbiamo causato, ma nel contempo ci rincuora sapere che tutti i nostri alunni sono ospitati in scuole sicure. L’amministrazione comunale, in tutta questa vicenda, ha forse peccato di eccesso di zelo puntando tutta sulla sicurezza e l’incolumità dei giovani studenti». Lucio Simonelli ha anche smentito le voci circolate in questi giorni che l’amministrazione stesse preparando una cerimonia inaugurale delle nuove aule. «Francamente – ha ripreso – questo è uno degli ultimi pensieri. L’obiettivo è consegnare le aule affinché anche i bambini della scuola dell’infanzia tornino sui banchi. Non c’è tempo ora per pensare all’inaugurazione, cosa che sicuramente faremo appena possibile, anche per dar modo ai cittadini di poter vedere quanto è stato fatto». Intanto, in una delle ultime delibere del 2009 approvate dalla giunta municipale, sono stati stanziati per il Piano dell’Offerta Formativa dell’Istituto dodicimila euro. «Era quanto previsto dal bilancio – ha concluso Simonelli – e noi abbiamo fatto altro che confermare il massimo della somma prevista. Nel prossimo bilancio contiamo di trovare qualcosa in più da destinare alle attività delle scuola del paese».

52
Da: ; ---- Autore: