Medaglia d’argento alla comunità – Oggi la solenne cerimonia per il conferimento ufficiale dell’onoreficenza

ROCCA D’ARCE – «La popolazione, sottoposta ad una vita di stenti e sofferenze in ricoveri d’emergenza, offrì un’ammirevole prova di generoso spirito di solidarietà, prodigandosi nel soccorso e nel sostegno morale di numerosi sfollati».
Questa la motivazione con la quale il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha conferito al Comune di Rocca d’Arce la medaglia d’argento al valor civile. Ma queste parole descrivono l’essenza di un popolo, l’essenza dei rocchigiani, che hanno superato periodi bellici e di grave difficoltà con grande solidarietà e forza di animo. Rocca d’Arce piange anche i suoi figli. Vengono ricordati ogni anno al Monumento dei Caduti, in onore della ricorrenza delle Forze Armate. Un commosso pensiero viene rivolto annualmente anche presso il “Cippo” di Ceppe, località rocchigiana dove nel corso del secondo conflitto mondiale numerosi civili persero la vita a seguito dei bombardamenti. Questa mattina, alle 9, è prevista, presso la residenza municipale, l’accoglienza del pubblico e delle autorità. E’ assicurata la presenza di numerose personalità politiche, militari e religiose e di sindaci e amministratori dei paesi limitrofi. A seguire il corteo si sposterà presso il monumento ai caduti per la deposizione di una corona di alloro accompagnata dalle note del “Silenzio”, intonato dalla Banda Musicale “Città di Arce”. Alle ore 13.30, in piazza Federico Lancia, verrà celebrata la messa dal parroco, don Antonio Sacchetti. Alle 11 l’insediamento del Consiglio comunale convocato dal sindaco, Rocco Pantanella.
Dopo il saluto del primo cittadino, interverranno il presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli, e il professor Mario Mollicone con una rievocazione e motivazione storica. Alle 12.15, sulle note dell’Inno nazionale di Goffredo Mameli, il gonfalone del comune viene insignito, dalle mani di sua eccellenza il Prefetto Piero Cesari, della Medaglia d’argento al valor civile. «Si tratta di un grande riconoscimento per Rocca d’Arce e la cittadinanza tutta – ha dichiarato il sindaco, Rocco Pantanella, in sede di presentazione -. Rivolgo un pensiero commosso e reverente ai nostri cari concittadini che hanno pagato con la vita le atrocità e gli orrori della guerra. Un avvenimento triste e doloroso per il nostro paese – continua il sindaco Pantanella – quello che si verificò in località Ceppe nel maggio del 1944. La morte dei nostri concittadini – conclude il primo cittadino – deve rappresentare motivo di riflessione e un monito per le future generazioni che devono conservare per sempre nei loro cuori quel sentimento d’amore, di affetto e di umana solidarietà per coloro che hanno duramente sofferto quel periodo bellico».
Nel corso della manifestazione ai presenti verrà distribuito un History Book contenente suggestive cartoline di epoca bellica la cui grafica è stata curata da Ciro Castellucci. Al termine sarà offerto un buffet.

25
Da: ; ---- Autore: