Nardone torna sulla votazione alla voce ‘debiti fuori bilancio’ – Ponendo qualche interrogativo

ARCE – Il consigliere di minoranza Gianni Nardone, torna con alcuni interrogativi, sulla votazione del punto dell’ultimo consiglio comunale sui debiti fuori bilancio.

Apprendo con profondo stupore – si legge nella nota -, che in seguito al riconoscimento da parte della maggioranza di alcuni debiti fuori bilancio, l’approvazione degli stessi avrebbe comportato la realizzazione di qualche nota polemica da parte del vicesindaco Lucio Simonelli. Sempre secondo il cronista il vicesindaco riferendosi alle uscite dall’aula dell’ex assessore Marcello Marzilli e del sottoscritto avrebbe dichiarato: «Non trovo giusto che chi abbia in qualche modo preso parte a decisioni nel merito, oggi si sottragga a questo atto di responsabilità. Lo stesso vale per chi non era amministratore in passato ed oggi per opportunità, ma io direi per opportunismo, non partecipa alla votazione. Diversi di noi avrebbero potuto fare altrettanto, ma siamo qui ad agire per il bene del paese così come facemmo quando eravamo ai banchi dell’opposizione».

Non so se tali parole fossero effettivamente rivolte anche allo scrivente o se nel contenuto dell’articolo sono inserite le libere interpretazioni del cronista, personalmente ritengo che per quanto attiene i debiti fuori bilancio, essi sono un onere di cui si deve far carico solo chi governa e non certamente l’opposizione che ha solo il compito di controllo e stimolo della maggioranza.

Dal cronista autore dell’articolo in parola gradirei conoscere come mai nello stesso non ha citato anche la collega di opposizione Petrucci che come me si è allontanata dall’emiciclo e che ad eccezione della scheda riguardante il riconoscimento di alcune spese legali che l’avrebbero esposta in caso di voto ad un possibile conflitto d’interessi per gli altri si trovava nelle mie stesse condizioni, è stata una semplice e mera dimenticanza?

107
Da: ; ---- Autore: