Nella ‘Giornata della Vita’ benedetto il labaro dell’Avis – Presenti oltre ai tanti donatori, il sindaco Roberto Simonelli e il comandante della stazione dei Carabinieri di Arce Gaetano Evangelista

ARCE – La sezione Avis di Arce da oggi ha il suo labaro ufficiale.
Non poteva che essere la “Giornata della Vita”, ricorre oggi la trentaduesima edizione, l’occasione per l’associazione arcese dell’Avis, presentare il labaro ufficiale. Nella celebrazione eucaristica delle 10, oltre ai tanti fedeli, erano presenti tutti i soci della Associazione con il loro presidente Rocco Ciolfi, il sindaco dottor Roberto Simonelli e il comandante la locale stazione dei Carabinieri di Arce, il maresciallo Gaetano Evangelista. Nell’omelia, don Ruggero oltre a spiegare i testi della liturgia domenicale, ha sottolineato il senso della donazione per salvare le vite umane. Infatti, non tutti sanno che:
Donare il sangue è un gesto di solidarietà… Significa dire con i fatti che la vita di chi sta soffrendo mi preoccupa
Il sangue non è riproducibile in laboratorio ma è indispensabile alla vita. Indispensabile nei servizi di primo soccorso, in chirurgia nella cura di alcune malattie tra le quali quelle oncologiche e nei trapianti
Tutti domani potremmo avere bisogno di sangue per qualche motivo. Anche tu. La disponibilità di sangue è un patrimonio collettivo di solidarietà da cui ognuno può attingere nei momenti di necessità.
Le donazioni di donatori periodici, volontari, anonimi, non retribuiti e consapevoli… rappresentano una garanzia per la salute di chi riceve e di chi dona.
Durante la celebrazione, nella processione offertoriale, sono stati presentati, oltre al pane e al vino, il diploma ufficiale dell’Avis e il labaro. Prima della benedizione finale, don Ruggero ha letto la preghiera del donatore di sangue di Papa Giovanni Paolo II, e benedetto il labaro, a seguire, il presidente Rocco Ciolfi, ha voluto salutare e ringraziare tutti e ha invitato nuovi donatori alla donazione. Il sindaco, dottor Roberto Simonelli, ha voluto ringraziare l’associazione Avis di quanto è riuscita e riuscirà a fare, garantendo la propria collaborazione alla riuscita del lavoro dell’Avis.
Dopo la benedizione la rituale foto di gruppo.
Nella galleria fotografica le foto di alcuni momenti della celebrazione.

47
Da: ; ---- Autore: