«Nessuna divisione» – E spiega perché la mozione su Belli presenta solo due firme

ROCCA D’ARCE – «Il Rinnovamento per Rocca d’Arce è unito più che mai».
Ad affermarlo il capogruppo Loreto Simone, dopo le voci, in circolazione in questi giorni negli ambienti politico-amministrativi rocchigiani, di uno sfaldamento e qualche crepa in seno al gruppo di minoranza consiliare.
Simone affida il suo “volemose bene” a una nota: «Non ci sono divisione nel nostro gruppo – si legge – ma talune volte possono esserci modi di vedere alcune cose in maniera diversa».
A riguardo della mozione presentata nei giorni scorsi al sindaco Pantanella e all’intera assise civica sulla proposta d’intitolazione della piazza antistante l’Ostello della Gioventù al sindaco, Francesco Belli, Loreto Simone precisa: «il documento è stato firmato da me e dal consigliere Tommaso Fraioli solamente perché abbiamo avuto l’onore e il piacere di amministrare con il nostro amato sindaco Belli. I consiglieri Antonello quaglieri e Filippo Capuano sono pronti a votarla in Consiglio comunale ma non ritenevano opportuno firmarla in quanto politicamente non hanno conosciuto il modo di amministrare del sindaco Belli perché sono molto più giovani di me e di Tommaso e appartenenti ad una generazione diversa».

52
Da: ; ---- Autore: