Nuovo arredo per piazza e corso improntato a decoro e risparmio – Nelle scorse settimane la nuova amministrazione comunale ha fatto eseguire una serie di lavori in piazza e corso Umberto I.

ARCE – Anche i lampioni fanno lo “spoil system” e la zona della villa comunale si rifà il look.
Nelle scorse settimane la nuova amministrazione comunale ha fatto eseguire una serie di lavori in piazza e corso Umberto I. La fontana monumentale, così come promesso in campagna elettorale, è stata ripulita, nuovamente illuminata, dai suoi zampilli è tornata a sgorgare l’acqua e, addirittura, nelle vasche sottostanti è tornato a scodinzolare, per la gioia dei più piccoli, un pesce gatto (così dicono). Proseguendo la passeggiata nella piazza principale, si nota una migliore manutenzione delle aiuole, le strisce della segnaletica stradale completamente rifatte, quattro posti macchina riservati ai portatori di handicap (prima ce n’erano solo due) e qualche divieto di sosta in più lungo il corso. Alla villa comunale, però, sono stati eseguiti gli interventi più massicci: i pini sono stati potati ad un’altezza di cinque metri dal marciapiede, ridando all’ambiente una nuova luce. Il largario della Madonnina è stato completamente ripulito. La riproduzione della grotta di Lourdes è stata liberata dall’erbacce e dall’edera che la circondava. Un intervento definito “alla tedesca” dal consigliere d’opposizione Luigi Germani, che nell’ultima assise ha criticato l’eccessivo taglio delle piante rampicanti sempreverdi. Ma, sempre tra i lavori eseguiti nella villa comunale, a destare curiosità è stata la sostituzione dei vecchi lampioni a “palla” con quelli, senz’altro più adatti, in ferro antico usati nel resto dell’arredo urbano della piazza. Questi ultimi, infatti, non sono stati acquistati ex novo, ma tolti in alcune parti di corso Umberto I, dove sarebbero stati troppi.
E così, i vecchi lampioni hanno fatto le valigie, mentre quelli nuovi sono stati sistemati in un luogo migliore, forse il più adatto, dove possono avere la giusta visibilità.
 

100
Da: ; ---- Autore: