Oggi in tv focus su Fregellae – Se ne parla nel settimanale del TG3

ARCE – Il parco archeologico di Fregellae su Rai Tre.
Verrà trasmesso alle 12.25 di oggi, nella rubrica “Il Settimanale” del Telegiornale Regionale del Lazio, uno speciale sul parco archeologico di Arce. La trasmissione parlerà dell’antica città del “Latium adjectum”, situata sulla via Latina sulle sponde del fiume Liri. Fregellae, probabilmente fu fondata dagli Osci sul pianoro dell’odierna Isoletta di Arce al confine con Ceprano, poi occupata e popolata dai Volsci, prima della distruzione ad opera dei Sanniti. La vicina Fabrateria Vetus (oggi Ceccano, fondata anch’essa dai Volsci) chiamò in aiuto Roma contro le minacce dell’espansione sannitica finché nel 328 a.C. i romani vi stanziarono una colonia di diritto latino nei pressi del Liri, violando un accordo con i Sanniti per cui il territorio ad est del fiume sarebbe rimasto libero dalla conolizzazione romana. I Sanniti di conseguenza occuparono la città nel 320 a.C., fino al 313 a.C. quando la colonia latina fu ricostruita. La città è ricordata anche per aver fronteggiato l’avanzata di Annibale distruggendo il ponte sul Liri. Prima della definitiva distruzione era un centro molto fiorente ed economicamente centrale nel Lazio meridionale, circondata da fertili valli con risorse idriche abbondanti. Nel 125 a.C. a seguito delle proposte politiche di Marco Fulvio Flacco, che voleva estendere i diritti politici romani agli italici, la città fu a capo di una rivolta presto sedata. La città fu distrutta e i cittadini deportati a Roma dove furono oggetto di processi e persecuzioni. Gli scavi iniziati nel 1978, hanno portato alla luce reperti di età repubblicana altrove scomparsi, e il maestoso tempio di Esculapio.

89
Da: ; ---- Autore: