‘Opera pubblica nelle mani di amministratori inetti’ – La nuova bordata del presidente Iliano Corsetti questa volta è suffragata da tutti i sindaci aderenti all’organismo intercomunale

 

ARCE – «Togliete quel palazzo dalle mani di amministratori inetti».
Il presidente dell’Associazione Intercomunale scrive ai dirigenti dell’assessorato alla Cultura, Arte, Sport della Regione Lazio per chiedere l’immediata «revoca della legittimazione al Comune di Arce in ordine alla realizzazione del Centro Gestionale Valle del Liri».
La nuova bordata del presidente Iliano Corsetti questa volta è suffragata da tutti i sindaci aderenti all’organismo intercomunale.
«Premesso – scrive Corsetti nella missiva inviata per conoscenza anche al sindaco e assessore all’urbanistica del comune di Arce – che è trascorso un anno dalla sentenza del Tribunale di Cassino con la quale il sottoscritto è stato assolto con formula piena dal reato contestato e la struttura, è stata dissequestrata e riconsegnata al Comune di Arce. Purtroppo a tutt’oggi il Comune di Arce, delegato per la realizzazione dell’opera, nulla ha fatto per poter riprendere e terminare i lavori della struttura che è nata per essere al servizio di tutti i Comuni dell’Associazione, i cui sindaci, tramite lo scrivente, reclamano l’immediata definizione e fruibilità dell’opera a favore delle popolazioni amministrate. Che il Comune di Arce, in un lungo anno, non ha emanato alcun atto nel senso di cui sopra, e pertanto il sottoscritto, in nome e per conto di tutti i comuni dell’Associazione, escluso il Comune di Arce, intende rientrare in possesso del cantiere al fine di portare a termine l’importante struttura che arrecherà, senza dubbio, molti benefici per le popolazioni della Valle del Liri. Chiede, alla Regione Lazio, in ossequio al pubblico interesse, di revocare le legittimazione al Comune di Arce in ordine alla realizzazione dell’opera e di affidarla, con decorrenza immediata, a questa Associazione Intercomunale al fine di ultimare in tempi brevi la struttura, previo Protocollo d’Intesa con il Comune di Arce. Non ottemperando a quanto sopra richiesto – conclude perentorio Corsetti – questa associazione declina ogni responsabilità contabile, amministrativa e quant’altro, in ordine alla non realizzazione dell’opera in questione».

 

36
Da: ; ---- Autore: