P.C. Fondi – Arce 1-0 – Ancora una volta l’Arce si affida alla sufficienza di un gruppo poco attento e non abbastanza legato ai colori della maglia e presta il fianco per tutto il primo tempo lasciando l’iniziativa ai motivati padroni di casa che si giocavano anche loro una eventuale salvezza diretta che ora è affidata ai risultati dell’ultima giornata di domenica prossima

P.C. Fondi: Mancini, Di Trocchio (59° Magnifico), De filippis, Noccaro, Subiaco, Panno, Mirabella, Bruni, Colafrancesco(90° Tribuzio), Di Fazio, Vuolo. A disp: Paparello, Nardoni, Magnifico, Pannone, Tribuzio, Cervelloni, Ucciero. All. Sig. Lauretti.

Arce: Leonetta, Della Bona, capobianco, Iori, Cappelli, Massari (89° Massari C.), Tasciotti (90° Guida), Colella, Laviola (54° Valev), Corsetti, De Angelis. A disp.: Pesce, Fiorentini, Neri, Bianchi, Massari C., Guida, Valev. All. sig. Ciardi.

Marcatori: Panno
Ammoniti: (P.C. Fondi)Panno, Bruni.
Espulsi: Corsetti
Arbitro: Sig. Di Matteo di Roma 1

Le occasioni nella prima parte di gara sono tutte a favore dei padroni di casa che comunque trovano il vantaggio solo al trentesimo per un erroraccio di Leonetta che, con eccessiva leggerezza, va a recuperare un pallone vagante addirittura all’altezza del calcio d’angolo su un lancio impossibile del n. 8 Bruni verso l’esterno destro Mirabella che anticipa di un soffio il nostro portiere, rimette al centro dove giunge in corsa Panno che mette in rete a porta vuota. Il vantaggio dei bianco-neri li porta a spingere sull’acceleratore che vanno anche vicini al raddoppio, ma è Tasciotti a mancare il pari su una delle rare ripartenze degne di nota, Massari A. intercetta a sinistra e punta sul vertice basso dell’area di rigore, mette al centro, velo di Laviola e il ragazzo spara a botta sicura da un metro fuori dall’area piccola, la palla si impenna e va di pochissimo alta, disperazione del bravo atleta ma si va al riposo in svantaggio.
Nella seconda parte di gara la P.C. fondi tira i remi in barca e si ammassa in retroguardia a mantenere il prezioso vantaggio, sarebbe da una squadra attenta pressare con i dovuti criteri, ma non è così, schemi prevedibili e abbastanza confusi si trascinano quasi per tutta la ripresa, solo la parte finale con i cambi operati da mister Ciardi, la squadra cerca di venire fuori, ma è la sufficienza della terna che blocca i piani dei giallo-blu. L’Arce in una azione forse un po’ fortunata imbrocca il vertice destro con Guida che rimette in moto Cosetti a centro area, ma nella conclusione va sul portiere che respinge sull’accorrente Cappelli il quale mette in rete in corsa da posizione regolarissima, è l’ignobile bandierina di un guardalinee lato panchine a sollevarsi ad annullare un pari che c’era tutto anche se non troppo meritato. I nervi di Corsetti saltano e reagisce contro un avversario, anche l’altro guardalinee è attentissimo a determinare un certo risultato, lo vede e richiama l’attenzione dell’arbitro che lo espelle e compromette l’attacco da schiarare domenica nell’ultima giornata contro i già promossi della Nuova Circe che varrebbe la non partecipazione alla lotteria dei play-out per la salvezza. Finisce la gara dopo ben dieci minuti circa di prolungamento più che altro per le comprensibili sceneggiate dei calciatori di casa.

 

130
Da: ; ---- Autore: