Panchine divelte – Il pesante intervento dei cittadini

ARCE – «Ma l’assessore all’Urbanistica, in quale paese vive?».
E’ la domanda che si sono posti alcuni cittadini dopo le dichiarazioni dell’esponente di maggioranza Gianfranco Germani. La notizia diffusa dall’assessore all’urbanistica riguardava la riqualificazione degli arredi urbani delle principali piazze del paese e, in particolare, la sistemazione delle panchine in legno e ferro battuto da tempo necessaria.
«Rimango allibito dalle dichiarazioni di Germani». Ci dice Rocco, cittadino residente a Roccadarce ma frequentatore di Arce, oltre che impegnato in diverse realtà sociali arcesi.
«Sono stato proprio io – ha ripreso l’uomo – nei giorni scorsi, a segnalare che le panchine di piazza e corso Umberto I versavano in condizioni pietose. Le stecche in legno mancanti, altre danneggiate, altre ancora sostituite e mai rimesse. In alcuni casi, addirittura, pezzi di queste, sono da tempo abbandonati nelle aiuole».
«In occasione della visita del vescovo di qualche giorno fa – ha aggiunto – mi sono permesso di inviare una foto tramite mms all’assessore Germani chiedendogli se non era il caso di far sistemare gli arredi divelti. La risposta è stata immediata e cortese, ma i fatti, purtroppo, non si sono visti. Non solo, ora leggo sul giornale che sarebbero state sistemate le panchine delle principali piazze. Probabilmente la piazza principale non è più tale».
«Piazza e corso Umberto I – dice invece Anna che lavora in un locale adiacente il centro – non versano in ottime condizioni manutentive e, purtroppo, ci viene sempre meno gente».
«Oltre alle panchine – ha spiegato – sui muri delle aiuole ci sono scritte spray un po’ ovunque. Certamente sono espressione di atti vandalici che vanno fermamente condannati, ma al tempo stesso andrebbero rimossi con solerzia evitando la loro proliferazione e il conseguente degrado».

274
Da: ; ---- Autore: