Pec, da oggi attiva anche ad Arce – Di Palma: per un dialogo più snello tra cittadino ed enti pubblici

ARCE – Attivata al comune di Arce la PEC, posta elettronica certificata.
Da oggi sarà possibile inviare comunicazioni tramite mail con validità legale anche con l’ufficio protocollo. Il comune di Arce si adeguato alle recenti normative e circolari emanate dal ministero della Pubblica Amministrazione e Innovazione tecnologica in materia di posta elettronica certificata. In realtà l’ente aveva già attivi tre indirizzi certificati per l’ufficio anagrafe, l’ufficio tecnico e quello finanziario, mentre mancava quello principale del protocollo per tutta la corrispondenza in entrata. I cittadini troveranno sulla homepage del sito del comune un link nella sezione “utili” con la denominazione “posta elettronica certificata” nel quale è spiegato il funzionamento del nuovo servizio. L’indirizzo della nuova casella PEC attivata è: protocollo.comune.arce@pec.it.
«La posta elettronica certifica – ci ha detto il consigliere delegato alle innovazioni e tecnologie Dario Di Palma – è un nuovo strumento che permette un dialogo più snello tra il cittadino e la pubblica amministrazione. Tramite la PEC – ha aggiunto – è possibile spedire documenti ed effettuare richieste verso la pubblica amministrazione con validità legale. Il valore è il medesimo della raccomandata con ricevuta di ritorno, i documenti ricevuti vengono protocollati e seguono lo stesso iter della documentazione ricevuta dall’ufficio protocollo per le vie tradizionali. Se richiesto, inoltre, le risposte della pubblica amministrazione possono essere effettuate sempre tramite la posta certificata».
L’amministrazione sta lavorando ad un progetto molto più ampio di ammodernamento ed innovazione degli uffici. Sono stati stanziati 22mila euro per interventi che consentiranno importanti passi in avanti.
«Tra questi – ha ripreso Di Palma – c’è allo studio un restyling del sito istituzionale con una serie di nuovi servizi on line. Nel prossimo autunno – ha aggiunto – contiamo di far partire l’albo pretorio sul web nel quale saranno disponibili tutte le delibere della giunta municipale e quelle del consiglio comunale. Inoltre – ha concluso – saranno attivate le mail per tutti i consiglieri comunali».
 

79
Da: ; ---- Autore: