Per la sicurezza scolastica i finanziamenti ci sono, ma manca l’idoneità statica – L’assessore alle pubblica istruzione, nonché vice sindaco, Lucio Simonelli, ci va giù duro sul problema sicurezza delle scuole.

 

«Assurdo avere un finanziamento di oltre 600mila euro per la sicurezza degli edifici scolastici, senza che sia previsto un centesimo per verificare l’idoneità statica ».
L’assessore alle pubblica istruzione, nonché vice sindaco, Lucio Simonelli, ci va giù duro sul problema sicurezza delle scuole. Sotto la lente del neo assessore è finito il finanziamento ottenuto dalla Regione che, nonostante la cifra di spesa non trascurabile, non prevede un esame approfondito dei vecchi edifici. «Per assurdo – ha detto Simonelli – sono stati previsti interventi di ogni genere, ma nulla per eseguire una verifica statica accurata, che, per quel che ci riguarda, doveva essere la prima cosa. Dopo gli eventi sismici dell’Aquila e quello che troppo spesso arriva dalle cronache – ha ripreso l’avvocato – è tempo di fugare ogni dubbio sulla sicurezza delle scuole di questo comune. A tal proposito l’amministrazione comunale intende far eseguire tutti gli esami e le prove tecniche necessarie affinché si metta nero su bianco, una volta per tutte, quale sia la situazione e si intervenga per dare ai nostri alunni della aule sicure, anche in caso di eventi sismici, così come previsto dalle norme». L’assessore fa esplicito riferimento alle perizie eseguite negli ultimi anni. Documenti che in più occasioni sono stati contestati dai genitori perché ritenuti poco affidabili.
«In questi giorni – ha aggiunto Lucio Simonelli – stiamo cercando le risorse necessarie per affidare ad una ditta specializzata questo delicato compito. Contiamo di poterci riuscire durante questa pausa estiva e siamo coscienti che da questo esame potrebbero scaturire degli interventi indispensabili per la ripresa della normale attività didattica».
A preoccupare maggiormente, sarebbe la struttura della scuola dell’infanzia. I materiali utilizzati e le modalità di costruzione di questo edificio potrebbero non essere in linea con le norme anti sismiche. Mentre per quanto riguarda lo stabile della scuola primaria, l’attenzione è posta sui solai. E’ probabile, comunque, che oltre a delle verifiche tecniche delle strutture siano disposte delle prove di carico.
138
Da: ; ---- Autore: