Picchiò la madre per i soldi – Arrestato per estorsione e gravi lesioni personali

ARCE – Picchiò la madre, in manette un quarantenne di Arce.
E’ stato arrestato nella tarda serata di venerdì scorso dai Carabinieri di Arce l’uomo che, lo scorso 12 dicembre, volendo trovare denaro per acquistare alcolici, avrebbe usato modi violenti nei confronti della mamma 76enne, rimasta ferita.
Il provvedimento cautelare preventivo è stato emesso dal Giudice Alessandra Tudino su richiesta del Pubblico Ministero Maria Beatrice Siravo, probabilmente per evitare la reiterazione del reato. Le manette, infatti, sarebbero scattate nel comune di Formia appena dopo che l’uomo era stato dimesso da una struttura sanitaria dove era in cura. Ad eseguire il provvedimento e la traduzione presso il carcere di Cassino, sono stati gli uomini dell’arma  dal maresciallo Gaetano Evangelista, coordinati dal capitano Pierfrancesco Di Carlo, capo della Compagnia di Pontecorvo. L’attività info-investigativa è partita dopo la denuncia del fratello dell’uomo, che qualche giorno prima di Natale si era recato nella caserma dei carabinieri di Arce per raccontare quanto avvenuto. Alla base delle violenze, che a quanto pare si sono ripetute più volte anche in passato, il bisogno di denaro dell’uomo per acquistare alcolici o, ancora da verificare, delle sostanze stupefacenti. Le ferite della donna comunque furono giudicate guaribili in venticinque giorni, tanto da far scattare la denuncia anche se a piede libero. Adesso il quarantenne dal penitenziario di Cassino dovrà rispondere di estorsione e gravi lesioni personali.

57
Da: ; ---- Autore: