Pignataro – Arce 2-0 – Regolare sconfitta in quel di Pignataro per l’Arce che affronta il delicato match in condizione disperata per le tante assenze, attacco quasi inesistente per squalifiche ed infortuni, mancavano all’appello Iori e Corsetti squalificati, Colella e Laviola infortunati

Città di Pignataro: Celesia, D’Arpino (90° Di Vaio), Ferdinandi, Reale, Fulco, Rosato Agbonifo (62° Grillo), Feudi, Caci (74° Marrone), Giurini, Cretella. A disp.: Zolla, Paesano, Di Vaio, Marrone, Grillo, Simeone, Risi. All. sig. Tersigni

Arce: Leonetta, Capobianco, Della Bona, Fiorentini (87° Tasciotti), Cappelli, Massari A., Massari C., Neri, De Angelis, Valev (90° Guida), Parisi (87° Di Vito). A disp-.: Iafrate, di Vito, Guida, Evangelisti, Bianchi, Tasciotti, Calderoni. All. sig. Ciardi

Marcatori: Cretella, Grilo (C. di Pignataro)
Ammoniti: Ferdinandi (Pignataro) – Massari C. (Arce)
Arbitro Sig. Bartolomucci (Ciamp.), 1° ass. sig. Tartaglione (Formia), 2° ass. sig. Caribotti (Alb.)

PIGNATARO – Una gara che non ha avuto quasi storia per l’Arce, non fosse altro perché il Pignataro non concede nulla tra le mura amiche e l’ottima posizione di classifica gli permette ancora di aspirare a piazzamenti tra le primissime posizioni. I giallo-blu ospiti subiscono da subito una pressione asfissiante dei padroni di casa, le occasioni si susseguono con la determinazione dei vari Agbonifo, Giurini e Cretella, per non parlare di un ex molto valido, a nostro giudizio, come Ferdinandi. Nei primi minuti, dopo un accenno di Valev al 3° che riprende quasi sulla linea di porta e potrebbe deviare da breve distanza a rete, non c’è azione  degna che poteva far sperare in risultato diverso, i padroni di casa stringono d’assedio le retrovie Arcesi e Giurini, Ferdinandi e Agbonifo vanno vicini alla marcatura in molte occasioni trovando a sbarrargli la strada solo il nostro Leonetta. L’Arce risponde in finale di tempo su calcio d’angolo dove il piccolo Parisi supera tutti in elevazione e manda a lambire la traversa, si chiude il tempo indenni ma con nulla di buono che prometta un cambiamento di rotta. La seconda parte di gara vede la maggiore determinazione del Pignataro, e dopo i primi minuti di aggiustamenti non c’è più speranza per l’Arce; al 12° un  errore di C. Massari libera Giurini al tiro da zona centro area ma va di poco al lato, due minuti dopo risponde Valev su punizione che batte sulla difesa  chiusa a riccio che respinge, riprende Parisi che va di pochissimo alto sulla traversa. Da quel momento è un monologo dei padroni di casa. Al 17° i casalinghi vanno meritatamente in vantaggio anche se con la complicità di Fiorentini che non controlla Cretella libero a centro area su un calcio piazzato di Feudi che gli permette di girare di testa spalle alla porta e andare, forse un po’ fortunosamente a fil di palo basso alla sinistra di dell’incolpevole Leonetta. La confusione nelle azioni di ripartenza regna sovrana per l’Arce, i punti di riferimento abituali mancano, c’è il bravo De Angelis a tentare lo sfondamento ma non ha appoggio e i padroni di casa ripartono pericolosi, comincia la girandola delle sostituzioni e proprio il nuovo entrato Grillo si esibisce al 38° in bel dribbling sulla linea centrale del limite dell’area di rigore, fa fuori due difensori e lascia partire un micidiale rasoterra che incrocia alla destra di Leonetta per batterlo a fil di palo per il raddoppio dei blu-amaranto e la chiusura definitiva delle ostilità con un Arce che accetta rimesso una prevedibilissima sconfitta guardando al turno favorevole infrasettimanale di mercoledì con il Broccostella che naviga nelle ultime posizioni con scarse speranze di salvezza, ovviamente ci auguriamo che questa condizione non faccia sottovalutare la gara agli uomini di mister Ciardi, la posizione dell’Arce in classifica non è ancora fuori pericolo playout.

 

132
Da: ; ---- Autore: