Pompieri a rischio sfratto – Attualmente il distaccamento si trova nei locali della Comunità montana

ARCE – Vigili del Fuoco, convenzione a rischio?
Gli atti amministrativi prodotti dal comune di Arce per la stipulazione sarebbero sprovvisti dei necessari pareri contabili. In particolar modo sotto accusa è finita la delibera della giunta municipale n. 37 del 29 aprile scorso. Secondo i consiglieri di minoranza Calcagni e Marzilli, quella delibera, siccome prevede dei precisi impegni di spesa per le casse comunali, doveva contenere necessariamente il parere del responsabile dell’area finanziaria ed una relativa copertura economica. Le spese che il Comune dovrà sostenere per effetto di questa convenzione, sono l’adeguamento dei locali in uso alla squadra di pronto intervento (condizionamento, rimodulazione dell’impianto elettrico, divisione ed attivazione di nuove utenze quali telefono e corrente elettrica) ed un contributo annuo di 2mila euro all’ente montano per «ammortamento e manutenzione straordinaria dell’immobile». Anche su quest’ultimo punto è stato fatto notare dall’opposizione come nella convenzione si parlasse si comodato gratuito, mentre è previsto esplicitamente una sorta di canone annuo che potrebbe anche configurare un vero e proprio affitto d’immobile. Anche l’assessore al Bilancio Marco Marzilli che era assente nella riunione di giunta che ha approvato la delibera in questione, ha espresso le sue perplessità.
«Premesso che i Vigili del fuoco rappresentano per Arce ed i paesi limitrofi un’importante risorsa – ha detto l’assessore Marzilli – ritengo che questa delibera, così come è stata prodotta, contenga dei vizi evidenti. E’ necessario individuare delle soluzioni che permettano all’ente comunale di rispettare la convenzione. Non escludo – ha concluso – che possa essere utile revocare l’atto e provvedere ad approvare un nuovo deliberato».

43
Da: ; ---- Autore: