Problematiche scuole – Il comunicato stampa del capogruppo Nardone

COMUNICATO STAMPA.

 

                                                Agli Organi di Comunicazione territoriali di ARCE.

 

Apprendendo dalla stampa locale di una riunione che si sarebbe tenuta presso la scuola media di Arce e richiesta da alcuni genitori per discutere su alcune problematiche sorte in seguito ai lavori di adeguamento di tali edifici per permettere l’utilizzo della stessa anche agli allievi delle elementari.

Ritenendo che tra i miei compiti di consigliere di minoranza ci sia anche quello di interessarmi delle problematiche inerenti degli edifici scolastici del ns. paese, ho deciso di partecipare a tale riunione. Esprimo solidarietà e vicinanza ai genitori ed agli allievi preoccupati per la riduzione della volumetria delle aule e forse col senno del poi si sarebbe dovuto essere piu’ attenti al tempo della emissione delle Ordinanze di chiusura delle Scuole, quando l’Amministrazione Comunale fu travolta dall’onda emozionale sollevata dalla denuncia dell’Assessore Vincenzo Colantonio e per questo, vennero adottati dei provvedimenti drastici le cui conseguenze la popolazione scolastica di Arce ancora oggi paga e i cui effetti si protrarranno sicuramente nel tempo con il depauperamento  intermini di allievi e risorse dell’Istituto Comprensivo. Credo che in questa prima fase della consiliatura il primo ed importante punto di fibrillazione, senza dubbio, è stato il problema legato alla sicurezza degli edifici scolastici soprattutto per come la cosa è stata gestita da qualche amministratore, successivamente delle scelte molto singolari come la chiusura della Scuola Elementare di Via Marconi che è stata resa inagibile per gli studenti, mentre sembrerebbe non esserlo invece per il personale di segreteria,  per i docenti che vi si devono recare  per le esigenze della didattica e per i genitori che vi si portano  per le normali richieste informative. L’altra sera per bocca del Vicesindaco l’Avv.to Lucio Simonelli, ho appreso che forse entro fine mese verranno collocati le aule-container e potrebbero partire con mesi di ritardo anche le scuole materne del plesso centrale. Tutto cio’ mitiga in parte il mio disappunto per la non esaustiva gestione della questione scolastica, purtroppo ad oggi la questione è lungi dall’essere risolta ed il bilancio mi sembra tristemente fallimentare. L’edificio di Via Guglielmo Marconi  che ospitava la Scuola Elementare di Arce chiuso, cosi’ come l’edificio di Via Magni  che ospitava la Scuola Materna di Arce e quello dell’asilo nido, con l’edificio della scuola Media che è stato completamente snaturato da un punto di vista strutturale per sopperire alle carenze di spazio. Se dovessero continuare i problemi logistici, si trovi una soluzione alternativa, pensando eventualmente anche ad affittare qualche plesso in possesso degli appositi certificati di stabilità ed agibilità, in cui trasferire temporaneamente le scolaresche. Si faccia di tutto ma si evitino come purtroppo è stato paventato i doppi turni che creano problemi alle famiglie ed in special modo a quelle che hanno gravosi impegni lavorativi. Per quanto mi concerne, siccome in ogni mia azione politica ho posto alla base la tutela delle fasce piu’ deboli della società, saro’ con la componente genitoriale a difesa e tutela dei diritti dei loro bimbi.

 

Arce 14.1.2010                                                                                    

Il Consigliere capogruppo.

Gianni NARDONE

123
Da: ; ---- Autore: