Progetto “Nonni attivi, città attiva”: Arce rischia di perdere il finanziamento – Marzilli: “Ho chiesto un incontro agli assessori attuali. Voglio sensibilizzarli”

Il più importante finanziamento concesso al Comune di Arce per promuovere un grande progetto  in favore dei servizi sociali locali, rischia di andare perduto.
L’ex Assessore comunale Marcello Marzilli, che si impegnò per ottenere il contributo della Regione Lazio, non ci sta .
E chiama in causa gli attuali Assessori al Bilancio e ai Servizi Sociali del Comune di Arce.
“Ho consegnato  nella mattinata di oggi (2 novembre 2009) all’Ufficio protocollo del Comune di Arce una nota con la quale chiedo, agli Assessori Marco Marzilli e Domenico Sugamosto, un  formale incontro per avere delucidazioni in relazione al livello di attuazione del progetto : “Nonni attivi, Città attiva”- ha  affermato il Consigliere comunale Marcello Marzilli -  Quando ero Assessore alle Politiche Sociali  il Comune di Arce, insieme a soli altri cinque Comuni  della Regione Lazio ebbe un finanziamento di 114 mila euro per la realizzazione del progetto,  grazie alla validità e alla valenza strategica della iniziativa che mirava a realizzare una reale integrazione intergenerazionale e a combattere il disagio in tutte le sue forme  . Nello specifico  si prevedeva  di avviare una azione civica volta ad evitare l’isolamento e l’emarginazione dell’anziano   contribuendo a mantenerlo autosufficiente e a permettergli un sano impiego del tempo libero, svolgendo una attività socialmente utile.
Ora – ha concluso Marzilli – temo che il progetto possa essere accantonato e che il finanziamento vada perduto. Per questo voglio avere dall’Assessore al Bilancio e dall’Assessore ai Servizi Sociali, informazioni di “prima mano” sulla vicenda e, in qualche modo, voglio sensibilizzarli alla attuazione di una iniziativa che ha una valenza positiva per tutta la comunità  arcese

 

88
Da: ; ---- Autore: