«Progetto ‘Nonni attivi’ poca chiarezza sui fondi» – La replica di Marco Marzilli e Domenico Sugamosto alle preoccupazioni di Marcello Marzilli

ARCE – «Progetto “Nonni Attivi”, poca chiarezza sull’effettiva destinazione e utilizzazione dell’intero importo e somme onerose non indifferenti a carico delle casse comunali».
Con queste parole gli assessori Marco Marzilli e Domenico Sugamosto replicano alle preoccupazioni espresse dell’ex assessore Marcello Marzilli sulla possibilità che il comune perda il finanziamento ottenuto di circa 140 mila euro sul progetto. «Convocheremo quanto prima – scrivono in una nota congiunta i due assessori – il consigliere Marzilli per un confronto sul tema in questione. Tuttavia sono necessarie delle precisazioni che riguardano l’intera vicenda. Intanto, il nostro Comune, ad oggi, non ha ancora beneficiato di alcun contributo dalla Regione Lazio nonostante, nel mese di giugno, avessimo ricevuto da parte della stessa una nota in cui si faceva riferimento ad un mandato di pagamento di 68.532 euro, a titolo di acconto sul totale finanziamento concesso. Contattai telefonicamente gli uffici regionali preposti – spiegano ancora Marzilli e Sugamosto – abbiamo avuto conferma del fatto che il pagamento non è stato ancora effettuato a causa delle esigenze contabili relative al rispetto del patto di stabilità da parte della Regione. Il progetto “Nonni Attivi” – aggiungono – prevede la corresponsione da parte del Comune di una quota di compartecipazione pari a 28.555 euro, somma non esclusa dal bilancio di previsione redatto dal commissario prefettizio. E l’attuale maggioranza sta valutando l’opportunità di impegnare tali somme in un periodo in cui si stanno fronteggiando altre problematiche nell’interesse della cittadinanza.
Inoltre non vi è chiarezza sull’effettiva destinazione e utilizzazione dell’intero importo del progetto, pari a euro 142.765. Dal progetto e dalla convenzione sottoscritta, a suo tempo, tra il Comune e la Cooperativa “Anima”, non si evincono, nel dettaglio, i costi necessari per attivare il progetto: quali sono le spese di organizzazione della fase di formazione e addestramento del personale? Quali sono i costi per i servizi di segreteria e di amministrazione? Quali sono i costi per acquisto di beni e servizi per l’espletamento delle attività? Quali sono i costi per la promozione del progetto? A quanto ammonta il rimborso spese per i partecipanti? Tutti interrogativi – concludono i due assessori – che saranno comunque approfonditi nel corso dell’incontro che terremo assieme al consigliere di minoranza Marcello Marzilli».
 

65
Da: ; ---- Autore: