Proprietari dei loculi cercasi – Marzilli accusa il Comune: perde le carte e poi minaccia l’esproprio delle tombe

ARCE – Proprietari dei loculi cercasi, pena l’acquisizione della concessione da parte del Comune.
Non è uno dei tanti avvisi burla che spopolano nella rete, ma quanto i cittadini di Arce possono leggere nel volantino affisso nei pressi del cimitero comunale.
Ancora una volta, infatti, il camposanto è oggetto d’ilarità. A far discutere ora è il contenuto di un manifestino su carta intestata del Comune.
«Si avvisa – si legge nell’affisso – chiunque vanti a qualsiasi titolo la concessione dei loculi al settore “P” è pregato di produrre idonea documentazione all’ufficio tecnico di questo Comune. Detta necessità – si legge ancora – scaturisce dalla mancanza agli atti dei fascicoli relativi al predetto settore. Il presente avviso è pubblicato all’albo pretorio dell’ente, all’ufficio tecnico e ad ogni settore del cimitero di Arce e di Isoletta. Entro 90 giorni dalla pubblicazione, in assenza di idoneo titolo giustificativo, i loculi liberi si terranno nella piena disponibilità dell’ente. Arce 28 settembre 2010».
In pratica, i concessionari hanno ancora un paio di settimane per dimostrare il loro titolo. Il prossimo 28 dicembre il termine scadrà e quanti, per vari motivi, non hanno prodotto l’idonea documentazione o non sono venuti a conoscenza dell’avviso, perderanno la possibilità di utilizzare i loculi che verranno così di fatto acquisiti dal Comune.
Ad accorgersi del fatto è stato il consigliere di minoranza Marcello Marzilli.
«Siamo alle comiche finali – ha fatto notare l’ex assessore -. Il Comune perde le carte e chiede ai titolari dei loculi di mostrare le concessioni, pena l’esproprio delle tombe. Il fatto ha dell’incredibile. O siamo di fronte a un caso di puro dilettantismo, oppure l’amministrazione utilizza un sistema draconiano per far emergere accaparramenti di loculi per fini speculativi. Se fosse questo caso – ha concluso Marzilli – attendiamo che si denuncino gli autori».

62
Da: ; ---- Autore: