‘Questa opposizione non ci impressiona’ – ‘Pensare a logiche spartitorie di potere è tipico soltanto di persone in mala fede’

 

ARCE – «Non ci facciamo impressionare da questa opposizione. Andiamo avanti nell’interesse esclusivo del paese».
E’ il sindaco di Arce, Roberto Simonelli, a intervenire sulla querelle del settore lavori pubblici. Lo fa con un comunicato stampa sottoscritto dall’intera amministrazione comunale, perché è inaccettabile sentirsi addossare «logiche spartitorie di potere o insinuazioni di strane manovre di palazzo».
«I dissidi con l’assessore Calcagni – scrive il primo cittadino – sono stati superati grazie al confronto serrato e sereno interno alla maggioranza consiliare ed è falso e altamente diffamatorio far passare il concetto che grazie a un’ipotetica spartizione di potere si sia arrivati alla definizione della questione. L’assessore Calcagni aveva evidenziato alcune problematiche riguardanti il sue settore e, con una serie di confronti con tutti i membri della maggioranza, si è arrivati a una conclusione positiva pensando soprattutto al mandato elettorale consegnato dalla cittadinanza che vuole vedere cambiare il nostro paese dopo anni di immobilismo. Le opere che stanno per vedere la luce – fa notare Simonelli sono innumerevoli e il cambiamento lo si percepirà non appena inizieranno i cantieri in diverse aree del paese. Per quanto riguarda l’ipotesi del potenziamento dell’area tecnica non è altro che l’attuazione delle nostre intenzioni di proseguire il lavoro di riorganizzazione della macchina amministrativa, alla quale si sta lavorando da diversi mesi e che non riguarderà soltanto l’ufficio tecnico. Tutti i cambiamenti o potenziamenti verranno effettuati con l’unico scopo di avere degli uffici più efficienti e organizzati a vantaggio dei cittadini. Pensare a logiche spartitorie di potere – chiosa il sindaco – o peggio insinuare strane manovre di palazzo che hanno chissà quale scopo da parte della maggioranza è frutto esclusivamente di persone in malafede e dalla doppia morale, abituate a questo tipo di cose, capaci soltanto di ergersi a paladini della verità e legalità non avendone assolutamente i requisiti e che hanno come obiettivo quello di gettare fango sull’amministrazione comunale solo perché libera e indipendente. L’amministrazione comunale, inoltre, sta lavorando senza sosta per far ripartire il paese e le opere appaltate o realizzate sono la dimostrazione concreta dell’impegno giornaliero che si ha per Arce e di certo non si fa impressionare da una opposizione divisa, inconsistente e fantasiosa capace soltanto a portare avanti una linea politica fatta di dichiarazioni non veritiere e allarmistiche con l’intento unico di screditare la maggioranza consiliare».

 

46
Da: ; ---- Autore: