Richiesta di Consiglio rimasta ‘inevasa’ la diffida di Capuano – Si rivolge al Prefetto

ROCCA D’ARCE – Il presidente del Consiglio comunale non convoca l’assise chiesta dalla minoranza e il consigliere Capuano si rivolge al Prefetto con una missiva.

 

La richiesta di convocare un consiglio comunale straordinario ed urgente, sull’istituzione della tessera dello sportivo e discussione del piano tariffario della Tarsu per il 2010, era stata presentata il 29 marzo scorso dal gruppo “Rinnovamento per Rocca D’Arce”.

 

«Il sottoscritto – si legge nella lettera che Filippo Capuano ha indirizzato anche al presidente del Consiglio comunale di Rocca D’Arce, nonché al dottor Antonio Salvati – ha inteso il silenzio del presidente del consiglio comunale come non accoglimento della richiesta relativamente alla convocazione del consiglio comunale, da adempiere entro 20 giorni dalla data, se effettuata da un quinto dei consiglieri comunali. Si diffida ad adempiere entro un termine temporale congruo e perentorio alla convocazione del consiglio».

 

Infine Capuano chiede anche la predisposizione di una sala idonea per lo svolgimento del consiglio comunale.
46
Da: ; ---- Autore: