Riduzione dell’Imu, l’orgoglio dell’opposizione – Quaglieri rivendica il contributo

ROCCA D’ARCE – «Con orgoglio dico che forse nessun paese abbia previsto tali riduzioni delle aliquote Imu».
Con queste parole torna nuovamente a parlare di Imu il gruppo di minoranza “Rocca d’Arce, progetto comune”. Antonello Quaglieri, capogruppo di minoranza, affida ad un comunicato stampa le sue considerazioni in merito all’approvazione nel corso dell’ultima assise civica delle aliquote Imu al 2 per mille sulla prima casa e del 5,8 per mille sulle seconde case da applicarsi con il pagamento dell’acconto della tassa con scadenza 18 giugno.
«Abbiamo con gioia preso atto – si legge nella nota – che con il gettito delle aree edificabili sarà possibile abbassare anche l’aliquota ordinaria. Abbiamo proposto un emendamento alla proposta della maggioranza sull’aliquota base per proporre il minimo consentito dalla legge ossia al 4,60 per mille ma non è stato messo in votazione poiché non risultava possibile per le casse comunali supportare un ulteriore taglio e ne abbiamo giustamente tenuto conto. Nella delibera approvata c’è molto del nostro, le nostre valutazioni sono state ottimamente recepite e anche se non è stato possibile l’ulteriore abbassamento dell’aliquota ordinaria – conclude Quaglieri – nel complesso è stata una determinazione delle aliquote molto equa alla quale abbiamo dato il nostro consenso con convinzione».

44
Da: ; ---- Autore: