Riserva, Bortone molla ma si dice ‘indignato’ – Dopo la querelle dei giorni scorsi

ARCE – Bortone lascia la poltrona a Fraioli.
Dopo la querelle dei giorni scorsi, ieri mattina la consegna delle chiavi della Riserva Naturale d’Isoletta al direttore dell’Azienda.
Il commissario straordinario sarebbe venuto a più miti consigli, probabilmente a seguito della denuncia alla magistratura inoltrata da Fraioli martedì scorso. Lo stesso, infatti, si era rifiutato di lasciare l’incarico sollevando questioni legate alla mancata notifica del dispositivo del tribunale amministrativo con il quale si sospendeva l’efficacia della sua nomina. Intanto, già nella mattinata di ieri, sarebbe avvenuto il rientro del presidente Antonio Fraioli che avrebbe già convocato per i prossimi giorni il consiglio d’amministrazione al fine di valutare la legittimità degli atti adottati in questi mesi da Giorgio Bortone. La vicenda, però, appare tutt’altro che chiusa. Indiscrezioni parlano di un imminente ricorso al Consiglio di Stato da parte della Provincia per impugnare la decisione assunta dal Tar di Latina.
Il commissario Giorgio Bortone, dal canto suo, si dichiara indignato. «Le denunce di Fraioli sono vacue, false e non impressionano nessuno – commenta Bortone – Fraioli è solo bravo a sollevare polveroni che si riducono in un nulla di fatto perché appunto basati sulla falsità e vacuità». Il commissario Bortone sottolinea inoltre il forte impegno promulgato durante i mesi di commissariamento: «Ritengo di aver utilizzato il mio tempo per cercare, con dedizione, serenità ed umiltà, di ottenere risultati che servano alla crescita sociale, economica e civile dei territori dei Comuni».

47
Da: ; ---- Autore: