Riserva, dopo il Tar la denuncia – Fraioli, per tutta risposta, ha presentato un esposto alla magistratura

ARCE – Bortone non molla e Fraioli lo denuncia.
La Riserva Naturale d’Isoletta continua a far parlare di sé. Lunedì, a palazzo Rescigni, ci sarebbe dovuto essere il rientro del presidente Antonio Fraioli e del suo consiglio di amministrazione.
Il Tar di Latina, infatti, giovedì 25 febbraio scorso, aveva disposto la sospensione dell’efficacia della nomina commissariale emessa dal Presidente della Provincia Antonello Iannarilli, lo scorso 14 dicembre.
Ma, a quanto pare, il commissario straordinario Giorgio Bortone non avrebbe voluto lasciare l’incarico e gli uffici dell’Azienda, sollevando questioni legate ad una mancata notifica del dispositivo emesso dal tribunale amministrativo.
Di qui l’esposto del presidente Fraioli alla magistratura. «Venerdì scorso – ha riferito – ho inviato una nota al signor Giorgio Bortone e al direttore della Riserva, con allegata ordinanza del Tar di Latina, chiedendo per il 1° marzo la consegna delle chiavi dell’ufficio di presidenza. Ma questo non è avvenuto poiché il signor Bortone, tramite il direttore, mi ha chiesto una copia autentica dell’ordinanza in parola. Lo stesso giorno – prosegue Fraioli – ho provveduto a far protocollare all’ufficio della Riserva copia autentica dell’ordinanza. Ma ieri mattina, ancora una volta, il signor Bortone si è rifiutato di provvedere alla consegna delle chiavi e, nonostante l’ordinanza depositata presso gli uffici, ha continuato ad esercitare un potere che non gli è più riconosciuto. Pertanto, ho dovuto prenderne atto e presentare formale esposto alla magistratura competente in quanto mi viene impedito di svolgere le funzioni di presidente, con gravi danni alla mia immagine e alla mia dignità».

55
Da: ; ---- Autore: