Riserva ri-commissariata – Ma il presidente Fraioli si dice ignaro: non ho ricevuto alcun provvedimento

ARCE – Riserva Naturale è di nuovo commissariamento.
La giunta provinciale avrebbe approvato un documento con la quale si formalizza la nomina di un nuovo commissario.
E sarebbe il secondo tentativo di scalzare dalla poltrona il presidente Antonio Fraioli, dopo quello formalizzato lo scorso dicembre con la nomina di Giorgio Bortone, nomina poi sospesa dal Tar di Latina a fine febbraio.
La questione politica su questo ente, insomma, sembra non trovare pace. La cosa certa, è che il presidente della provincia Antonello Iannarilli è determinato a rivedere gli assetti dell’azienda speciale. Questa volta, da quando è trapelato, l’Amministrazione Provinciale avrebbe usato maggiore attenzione e cautela nel riproporre il provvedimento.
Da quanto si è appreso, infatti, alcune settimane fa sarebbe stato notificato al presidente Fraioli una diffida ad adempiere ad una serie di richieste inerenti la gestione dell’azienda, compresa la richiesta di convocazione dell’assemblea per la revoca del presidente del consiglio d’amministrazione e le conseguenti nuove nomine.
Ieri mattina, però, a palazzo Rescigni non era ancora arrivato nulla, anche se nessuno ha smentito l’ipotesi di un imminente nuovo commissariamento.
«Non desidero rilasciare dichiarazioni – ci ha detto al telefono il presidente Fraioli. – Posso solo confermare che ad oggi (ieri ndr) non mi risulta che sia stato notificato alcun provvedimento. Tanto che – ha concluso – ho da poco convocato l’assemblea consortile per mercoledì 7 luglio». Nove i punti all’ordine del giorno messi da Fraioli, tra i quali la revoca e la successiva nomina del presidente e del consiglio  d’amministrazione, così come richiesto da alcuni enti aderenti.

64
Da: ; ---- Autore: