Rocca d’Arce – Il Protettore – A San Bernardo, i ragazzi del 1976 hanno creato questo bel cantico con il sunto del suo pellegrinare

 

Il canto che segue, è stato il frutto di un lavoro nell’anno 1976 del gruppo Azione Cattolica di Roccadarce,
di cui il Presidente Bernardo Di Folco ha curato la musica.
Le parole sono di: Maria Antonietta Lancia e Lucio Di Folco.

 

Cantico a San Bernardo

 

Con Folco, Arduino e Gerardo
partiva Bernardo lontano
dall’Inghilterra veniva
pellegrino in Terra Santa,
pellegrino in Terra Santa.

 

Viveva in perfetta armonia
insieme ai suoi fratelli
pregando e cantando il Signore
nella fede e nell’amore,
nella fede e nell’amore.

 

E quando Arduino annunciò
agli altri la partenza vicina
Bernardo ispirato da Dio
nella nostra terra veniva,
nella nostra terra veniva.

 

A Bari approdò il nostro Santo
per letto aveva la terra
il corpo soffriva tormenti
ma viveva in Santità,
ma viveva in Santità.

 

Andando a Roma Bernardo
nei nostri paesi arrivò
parlando e benedicendo
nel nome del Signore,
nel nome del Signore.

 

Essendo gia morto Gerardo
Bernardo coi suoi compagni
nei pressi d’Arpino si ferma
perché malato lui è,
perché malato lui è.

 

Le cure dei suoi compagni
non valsero a nulla perché
Iddio lo chiamò a se
per premio all’umiltà,
per premio all’umiltà.

 

In seguito Lui fu sepolto
lontano dai centri abitati
apparve in sogno ad un uomo
perché lo rinvenisse,
perché lo rinvenisse.

 

Due volte apparve a quell’uomo
perché il suo corpo levasse
da quella terra lontana
e poi sepolto in chiesa,
e poi sepolto in chiesa.

 

Fu allora che i nostri fedeli
con grande corteo andarono
a prendere il Corpo Santo
il corpo di San Bernardo,
il corpo di San Bernardo.

 

Grandissimi furono i prodigi
che il Santo faceva per le strade
dando a tutti la fede
in onore del grande Dio,
in onore del grande Dio.

 

Veniva un uomo per strada
nato muto ma con gran fiducia
in quel Santo che l’avrebbe guarito
per cantare le sue lodi,
per cantare le sue lodi.

 

Altri Miracoli furon fatti
da quel Santo che noi veneriamo
Egli fu Egli e sempre con noi
Protettore del nostro Paese,
Protettore del nostro Paese.

 

Fino oggi Egli è rimasto
Protettore di Roccadarce
Egli guarda veglia su noi
con grandissimo amore,
con grandissimo amore.

 

Su fratelli innalziamo unanimi
preghiere al nostro Signore
perché Egli ha voluto
che Bernardo fosse con noi,
che Bernardo fosse con noi.

 

 

56
Da: ; ---- Autore: