Rocchigiani immancabili al pellegrinaggio in onore della Madonna di Canneto – Come ogni anno la compagnia ha raggiunto a piedi il Santuario

ROCCA D’ARCE – Anche quest’anno, come da tradizione, la compagnia di Rocca d’Arce ha preso parte ai festeggiamenti in onore della Madonna di Canneto, presso il Santuario di Settefrati.
Il gruppo di fedeli, con a capo Franco Dragonetti, e con la presenza del priore della Congrega di San bernardo, Modesto Lancia, è partito a piedi alla volta di Canneto in tarda serata lo scorso 19 agosto. La compagnia che si è diretta a Settefrati, attraversando diverse località, rappresenta una grande processione costituita da giovani, donne e bambini, e da persone anziane che nonostante il peso degli anni sentono il bisogno di raggiungere il Santuario della Madonna Nera. Un pellegrinaggio fondato nel più profondo della tradizione, della devozione e della spiritualità. Molti chilometri attraversati a piedi, viaggiando di giorno e di notte, spinti da grande amore verso la Madonna di Canneto. Perfetta come ogni anno la macchina organizzativa curata da Dragonetti e da tutti i suoi collaboratori, una equipe esperta che da anni fornisce assistenza ai pellegrini. In rappresentanza dell’Amministrazione comunale, sabato 21 agosto, era presente il vicesindaco, Bernardo Simone, che, dopo il pranzo insieme ai fedeli rocchigiani, ha preso parte alla celebrazione della santa messa e alla solenne processione. Presente anche l’assessore all’Unione di Comuni “Antica Terra di Lavoro”, Domenico Di Folco. All’arrivo presso il Santuario, Don Antonio Molle ha impartito la benedizione alla compagnia rocchigiana rivolgendo un saluto affettuoso al parroco di Rocca d’Arce, Don Antonio Sacchetti, che per oltre 25 anni ha svolto la sua opera pastorale al Santuario di Settefrati.

41
Da: ; ---- Autore: