Rotatoria, avanti senza indugi – Il primo cittadino Roberto Simonelli rassicura: presto un nuovo progetto

ARCE – «Rotatoria, avanti senza alcun indugio».
Parole del primo cittadino Roberto Simonelli che, durante l’ultima Assise non si è sottratto al confronto sull’annosa questione. L’opposizione consiliare, e non solo quella, chiede di conoscere a che punto sia l’iter progettuale e soprattutto quali siano le reali intenzioni della maggioranza.
«Non capisco – ha detto Simonelli – quale sia il problema su quest’opera. L’Amministrazione è determinata ed estremamente chiara sul da farsi».
«La rotatoria – ha ripetuto il sindaco – si farà perché è un’opera utile alla collettività. Nei giorni scorsi ho avuto contatti con gli uffici regionali e con i referenti dell’Astral che mi hanno assicurato, in tempi brevi, la presentazione del nuovo progetto nel quale sarebbero state recepite le nostre osservazioni. Possiamo dire che a giorni ci sarà consegnato il progetto definitivo e gli Uffici comunali si adopereranno nel minor tempo possibile per far avanzare l’iter e consentire l’appalto dei lavori che, comunque, saranno assicurati dalla Società Strade Lazio».
«La maggioranza – ha spiegato ancora Simonelli – si è data delle precise priorità su questa realizzazione. La prima è quella di garantire una maggior sicurezza per i cittadini. Poi, quella di migliorare la viabilità sulla rete viaria del Comune in una zona cruciale e infine tutelare le attività economiche che da molti anni insistono nel tratto interessato».
«Credo che sia proprio questo – ha concluso il primo cittadino – il compito di un’Amministrazione responsabile che persegue gli interessi del paese. Non per forza le tre cose devono essere considerate alternative».
Le polemiche sulla realizzazione, comunque, non si placano, in quanto si inseguono voci d’interessi incrociati sull’isola rotazionale. Uno dei proprietari dei terreni adiacenti che, secondo la traslazione degli ultimi disegni, sarà oggetto di esproprio, avrebbe formalizzato opposizione all’atto. Secondo indiscrezioni, però, il ricorso riguarderebbe l’entità di terreno da espropriare più che la disponibilità alla cessione.
Intanto, l’altra mattina intorno alle 12.30, un nuovo incidente ha riguardato l’intersezione tra le vie regionali “Casilina” e “Valle del Liri”. Quello “stop” al centro della carreggiata continua a far registrare sinistri, per fortuna finora tutti di lieve entità.

44
Da: ; ---- Autore: