Ruba oro ai genitori, obbligo di firma – L’imposizione del giudice

ARCE – Ruba oro ai genitori poi tenta di rivenderlo in un “Compro oro” del paese.
Fermato dai carabinieri tenta di sottrarsi all’arresto sferrando calci e pugni ai militari: il giudice impone l’obbligo di firma.
L.G., di 20 anni, era stato arrestato nella giornata di lunedì con l’accusa di furto e tentata ricettazione di oro. Il giovane L.G. è difeso dall’avvocato Maria Letizia Casale del foro cassinate.

46
Da: ; ---- Autore: