Salvezza… all’ultimo errore – Fondi – Arce 0 a 0

FONDI – Il faccia a faccia con un a diretta concorrente alla retrocessione, ha dato lo spettacolo che meritava, il Fondi e l’Arce si sono affrontati a viso aperto, offrendo uno spettacolo, anche se senza reti, ma degno e ripagante della lunga trasferta che i tanti affezionati, ormai, nel bene e nel male da anni, sostengono i colori gialloblu. Eravamo coscienti che avremmo trovato una squadra motivata più che mai a tentare di portare a casa i tre punti salvezza, ma gli Arcesi non potevano mollare facilmente, ecco che allora mister Patriarca, con un tim se pur rimaneggiato, ha operato cambiamenti che per poco non faceva il cosiddetto colpaccio, (De Luca solo davanti alla porta, alto a due minuti dalla fine).
La gara: I rossoblu partono al gran galoppo, vogliono spaventare gli Arcesi, Senneca sulla destra, e Rosati sulla sinistra, si portano spesso nei pressi della area Arcese, ma tra i bellissimi interventi di De Santis, e qualche errore di troppo, il risultato non si sblocca, certo gli uomini di mister Patriarca non stanno a guardare, mette un certo Manco sulla destra e Belli sulla sinistra che rendono dura la vita anche a n. 1 Corso anzi… Al 21° l’Arce si trova tra le mani un’occasione che non si aspettano, su un passaggio in area, sulla destra, il signor Ferrara, difensore di turno, tocca con la mano involontariamente, nessuno si sogna di protestare, lo fa solo il guardalinee di destra che ne rileva la volontarietà, avvisa il comandante, calcio di rigore, non si sa cosa ce ne dobbiamo fare, e regolarmente il buon Montuori lo sbaglia telefonando a Corso il lato di battuta, tutto tranquillo, si ricomincia.
Si va avanti tra uno sbaglio e l’altro, un gol mangiato e l’altro, fino alla fine della prima parte della gara, i Fondani suonano la carica, spostano il baricentro del gioco nella nostra tre quarti, lasciando scoperta la difesa, tentiamo di approfittarne, ma il nostro andicap è sempre lo stesso, la porta non la vediamo, la palla da un po’ prende direzioni strane e gli avversari spesso e volentieri ce le suonano, la partita si impenna nell’ultimo quarto d’ora, quando il bravo Pagnanelli rimedia con un fallo da rigore nell’area piccola, su Rosati, una delle sue sfuriate, ammonizione giusta ed espulsione per un precedente cartellino, ed anche questa volta, la galanteria dei nostri avversari ci grazia, telefonata sulla destra di De Santis e parata facile, sempre zero a zero, si scatena adesso il balletto delle occasioni mancate, ci siamo abituati, Manco semina il terrore con i suoi dribling micidiali, tira più volte dalla distanza, ma i pali e i fuori di poco, si sprecano, come dall’altra parte, ma l’ occasione clamorosa se la beve De Luca al 47° in pieno recupero, si presenta a tu per tu davanti a Corso e da tre metri circa riesce ad alzare sulla traversa, passa l’altro minuto di recupero e ce ne andiamo con la mano fra i denti, alla fine però, ad un pari ci avremmo messo la firma.

Gli schieramenti:

Fondi: Corso, di Santo, Fiore, Ferrara, Di Fazio, Pannozzo, Senneca, (dal 28° 2°t Iannitti- 41° 2°t Cardinale) Conte, Vecchi, Gisfredo, Rosati. A disp.: Marrocco, Parisella, Avallone, De Santis, Ianniotti, Cardinale. All. sig. Velletri

Arce: De Santis, Spiridigliozzi, Pagnanelli, Guadagno, Parisi, Maione, Montuori, (dal 28° 2°t Compagnone), Simone, Patriarca, Manco, (dal 19° 2t De Luca)  Belli. A disp.: Proia, Ricci, Arcese, Compagnone, Rroci, De Luca. All. sig. Patriarca

Amm. Fiore, Di Fazio (Fondi), Belli, Pagnanelli (doppia), Spiridigliozzi, Montuori (doppia) Arce.

Espulsi:  Pagnanelli, Belli (Arce)

Dirett. Gara  sig. Tumolillo Rm. 1

46
Da: ; ---- Autore: