Scontro sulla Francigena ‘Opportunità mancata’ – Il presidente dell’associazione ‘Valle del Liri’ critico con il Comune

ARCE – Opportunità mancata per lo scontro tra titani.
Non accennano a rientrare le incomprensioni “istituzionali” fra il sindaco di Arce e il presidente (nonché concittadino) dell’Associazione Intercomunale “Valle del Liri”, Iliano Corsetti.
Nei giorni scorsi i due sarebbero stati protagonisti di un pubblico diverbio nella piazza principale del paese. Secondo Iliano Corsetti, ex consigliere comunale e sostenitore della lista di Simonelli, il primo cittadino continuerebbe a penalizzare pesantemente gli arcesi e il loro territorio per presunzioni che «in politica non dovrebbero esserci».
«Nei giorni scorsi – ci spiega il presidente Corsetti – il Presidente del Consiglio regionale, Mario Abbruzzese, ha comunicato al nostro ente la concessione di un contributo di tremila euro per la realizzazione di una corsa podistica che sarà organizzata lungo un tratto della Via Francigena, recentemente messa in sicurezza dalla nostra associazione e oggi percorribile, che interesserà in modo particolare il comune di Ceprano. Per questo contributo – ha aggiunto – esprimo vivo apprezzamento nei confronti del presidente Abbruzzese che ha saputo cogliere l’importanza di questo progetto valorizzandolo anche attraverso contributi di questo genere. Il rammarico, però, rimane sempre per l’atteggiamento degli amministratori arcesi che ora inizia destare un certo scontento. Il comune di Arce, ancora una volta, non avendo autorizzato il rifacimento della Via Francigena e la messa in sicurezza della stessa lungo il tratto di sua competenza, sarà escluso da questa opportunità. Stessa sorte toccherà all’appalto per i lavori di prevenzione, tutela e difesa del patrimonio boschivo che a giorni l’Associazione affiderà. Anche in questa occasione – spiega ancora – i beneficiari potevano essere tutti quei comuni che fanno parte dell’Intercomunale ed attraversati dalla Tav e dall’autostrada del Sole, quindi anche Arce. Ma, viste le incomprensioni e l’atteggiamento ottuso degli amministratori arcesi, per l’ennesima volta, anche in questo progetto – ha chiosato Corsetti – si concluderà con una esclusione, che finirà per penalizzare i cittadini».

32
Da: ; ---- Autore: