Serena, summit sull’esame del Dna – La fase successiva sarà la comparazione con i profili genetici dei sei indagati

ARCE – Primo summit per confrontare le risultanze emerse dal prelievo del Dna sugli indumenti di Serena Mollicone.
Si è svolto ieri, a Roma, il primo confronto per analizzare i dati relativi ai profili genetici emersi dall’analisi del materiale organico rinvenuto prevalentemente sulla maglia indossata dalla studentessa di Arce. Ora il Dna estratto dovrà essere comparato con i profili genetici dei sei indagati. Un vero e proprio giro di boa nelle indagini sull’omicidio. A coordinare questa fase investigativa è il professor Giuseppe Novelli, il “super consulente” incaricato dal giudice delle indagini preliminari di Cassino. Gli indumenti della vittima, infatti, sono stati esaminati con il luminol e dai tessuti è stato estratto del materiale genetico isolato e poi tracciato. I residui più importanti sono stati rinvenuti sulla maglia che Serena indossava quando è stata trovata cadavere nel boschetto di Fontecupa, ad Anitrella. Quest’indumento, infatti, presenterebbe tracce organiche riconducibili alla vittima. La fase successiva sarà comparare le risultanze con i profili genetici dei sei indagati per l’accusa di omicidio e occultamento di cadavere. La comparazione verrà eseguita anche in riferimento al tracciato genetico del brigadiere Santino Tuzi, morto suicida nel 2008. Il pool di avvocati e consulenti nominati dagli indagati e dalla famiglia Mollicone è in costante contatto con la Procura. …(continua)

42
Da: ; ---- Autore: