Servizi cimiteriali – Selezione annullata. La giunta vira su un contratto full time

 

ARCE – Annullata la selezione per l’addetto ai servizi cimiteriali, la giunta ora punta tutto su di un full time all’ufficio tecnico ed un part time nel settore amministrativo.
Il sindaco Simonelli deciso ad affrontare e risolvere le problematiche che da tempo sono ferme in comune. Lunedì sera, durante una riunione di giunta, ha chiesto ai suoi un colpo di reni per uscire da un empasse che rischia di bloccare l’ambizioso programma elettorale della lista “Liberamente per Arce”. La selezione dell’operaio addetto al cimitero non rappresenta più le priorità dell’esecutivo. I problemi sopraggiunti con le dimissioni del responsabile dell’ufficio tecnico, che era anche presidente della commissione esaminatrice del concorso, e la necessità di sopperire ad una figura dirigenziale anche per l’area amministrativa hanno fatto decidere per l’annullamento della selezione. Nella medesima riunione, con un apposito atto, l’esecutivo ha formalmente dato il via libera agli uffici di disporre i nuovi due bandi di selezione per un full time all’ufficio tecnico ed una figura part time al settore amministrativo. I nuovi due incarichi verranno conferiti con il sistema dell’intuitu personae, cioè con un decreto del primo cittadino che andrà a selezionare i lavoratori secondo una propria scelta, tra coloro che hanno chiesto di partecipare e fornito il proprio curriculum. Le modalità esatte di partecipazione, comunque, saranno rese note nelle prossime settimane, mentre l’assunzione avrà termine, fatti salvi provvedimenti di revoca, alla scadenza del mandato elettorale del sindaco.
Intanto, nella giornata di ieri, il presidente del consiglio comunale Gianfranco Germani ha deciso di spostare la data della prossima assise da giovedì 10 a lunedì 14 marzo. La variazione si sarebbe resa necessaria al fine di evitare qualsiasi problema con le notifiche ai consiglieri.
«Abbiamo trovato in uso – ha detto Germani – un sistema di convocazione non propriamente corrispondente a quanto previsto dallo statuto. Ho ritenuto opportuno – ha aggiunto – onde evitare qualsiasi tipo di contestazione, variare la data della seduta, introducendo un nuovo sistema di notifica uguale per tutti i consiglieri che garantisca il reale ricevimento della comunicazione»

 

31
Da: ; ---- Autore: