Si finge cliente e poi rapina – Insieme a un complice armato fugge con l’incasso. Indagano i carabinieri

ARCE – Rapina a volto scoperto all’ipermercato Marzilli.
L’episodio è accaduto sabato sera, intorno alle 19.30, poco prima della chiusura dell’esercizio commerciale di via Casilina, in pieno centro cittadino. Un uomo si è introdotto all’interno del supermercato e prendendo un carrello della spesa si è finito un normale cliente.
Giunto nei pressi delle casse, al momento di saldare il conto ha intimato la cassiera di consegnargli il denaro che era in cassa. Contemporaneamente un secondo malvivente, entrando dalle porte automatiche dell’uscita, minacciava le commesse con un’arma non meglio individuata, costringendole a consegnare gli incassi al suo complice, Il tutto si sarebbe svolto in una manciata di minuti alla presenza anche di altri clienti che, allibiti, hanno assistito alla scena. I due sono poi fuggiti a bordo di un’autovettura facendo perdere le loro tracce. Al momento, comunque, ancora non è noto l’ammontare del colpo che potrebbe essere stimato in svariate migliaia di euro. Di certo si sa che, intorno alle 18.30, l’amministrazione del supermercato, aveva provveduto, come di consueto, a prelevare gli incassi sino a quel momento realizzati.
Sul posto sono intervenuti prontamente gli uomini della stazione dei Carabinieri di Arce, i quali hanno avviato immediatamente tutte le indagini del caso, facendo scattare l’allerta sul territorio.
Dalle prime testimonianze raccolte i due malviventi sarebbero italiani e di giovane età. I testimoni oculari hanno inoltre fornito delle precise descrizioni dei rapinatori, utili a realizzare un primo identikit che potrebbe portare gli inquirenti, già nella giornata odierna, ad individuare i responsabili. Rimane ancora da stabilire con precisione che arma sia stata utilizzata e se la stessa fosse vera.
 

52
Da: ; ---- Autore: