Si lascino da parte le lotte intestine e si pensi a una soluzione – Sulla sicurezza degli edifici scolastici

«Sulla sicurezza degli edifici scolastici della cittadina, l’Amministrazione comunale lasci da parte le “lotte intestine” e si attivi per trovare le migliori soluzioni possibili. In questo modo ci vuole un senso di responsabilità e sensibilità istituzionale».
Lo afferma il consigliere comunale di opposizione Marcello Marzilli che torna sulle problematiche della sicurezza dei plessi che ospitano la scuola dell’Infanzia e la scuola elementare, dopo il “colpo di teatro” dell’assessore Vincenzo Colantonio che ha chiesto la chiusura delle scuole a suo dire non in regola con la normativa in materia sismica. «Ritengo che il problema “sicurezza delle scuole” debba essere sottratto alla polemica e allo scontro politico. Per questo mi permetto di invitare i colleghi della maggioranza amministrativa che governa Arce a percorrere tutte le strade che conducano nella direzione di rassicurare la cittadinanza circa la assoluta sicurezza delle strutture scolastiche. Dopo le gravi affermazioni di Vincenzo Colantonio – ha infatti affermato Marcello Marzilli – ritengo che il campo debba definitivamente essere sgombrato da ogni dubbio al fine di diradare ogni ombra e ogni sospetto circa la asserita inidoneità sismica dei plessi scolastici. Per questo l’Amministrazione comunale dovrebbe richiedere al Genio Civile di eseguire sopralluoghi sulle strutture “incriminate” e fugare ogni dubbio sull’idoneità dei plessi. Da parte mia – ha concluso Marzilli – l’Amministrazione potrà avere su questo delicato caso tutta la collaborazione possibile. Ivi compresa la disponibilità a votare le variazioni di Bilancio che dovessero essere necessarie per trovare i soldi utili ad eseguire eventuali interventi in favore della sicurezza scolastica. La proposta di istituire una Commissione consiliare di inchiesta – ha concluso – comunque, rimane».
 

121
Da: ; ---- Autore: