Simonelli non ci sta: ‘Quelle di Corsetti accuse strumentali’ – E rincara la dose: le lettere inviate agli uffici regionali non servono a nulla se non a farsi pubblicità

 

ARCE – «Il tempo per dimostrare di essere stato un bravo amministratore è scaduto». 
Parole durissime quelle del primo cittadino rivolte al presidente dell’associazione intercomunale Iliano Corsetti, che nei giorni scorsi ha inviato una nota alla Regione Lazio per chiedere la delegittimazione del Comune di Arce alla realizzazione del Centro Gestionale Valle del Liri. 
«Il completamento del palazzo – ha dichiarato il sindaco – è tra le priorità di questa amministrazione. Stiamo lavorando intensamente per risolvere i diversi problemi che ancora oggi gravano sull’opera. La struttura – spiega Roberto Simonelli – anche se dissequestrata, non può essere ultimata se prima non vengono risolte le innumerevoli violazioni di natura urbanistica che sono state contestate dai competenti uffici regionali. 
Iliano Corsetti – rincara – deve informarsi bene prima di parlare ed è inutile inviare lettere agli uffici regionali che non hanno nessun valore se non quello di cercare un po’ di pubblicità per se stesso. La storia del palazzo in piazza Umberto I è nota a tutti e il presidente Corsetti non può fare finta di nulla, di non conoscere gli atti e in maniera strumentale dare le responsabilità a questa amministrazione. Il fatto che ci sia stata una sentenza penale di primo grado non significa che automaticamente il lavori possono iniziare. Siamo in contatto con gli uffici regionali ed abbiamo in agenda una serie di incontri con i quali speriamo di districare la complessa questione. Crediamo – e qui l’affondo conclusivo del primo cittadino – che il tempo per dimostrare di essere stato un bravo amministratore da parte di Iliano Corsetti sia passato da diversi anni e bene farebbe a restare tranquillo senza tentare inutilmente di creare problemi a una amministrazione comunale che c’è, che sta lavorando con competenza e rispettando le leggi e che porterà a una conclusione positiva per il paese anche questa vicenda». 

 

52
Da: ; ---- Autore: