Simonelli richiama i suoi alle loro responsabilità – Giunta in fibrillazione

ARCE – «Amministrare per dare risposte ai cittadini».
Sarà stato questo, probabilmente, il tema centrale della riunione di maggioranza che si è tenuta nella tarda serata di ieri.
Da quanto è emerso, secondo notizie trapelate già nel pomeriggio di ieri, le intenzioni del primo cittadino sarebbero quelle di dare un nuovo scossone ai suoi, troppo spesso impegnati in discussioni fini a se stesse che rischiano di far perdere di vista la vera “missione” di un amministratore. Il rilancio del programma elettorale può passare solo attraverso condizioni che permettono la sua realizzazione. Ed è proprio in questo contesto che Roberto Simonelli vorrebbe far passare i malumori creatisi in maggioranza all’indomani della nomina del nuovo tecnico comunale. Da via Milite Ignoto, ormai da tempo, non si nascondono più le difficoltà che una dietro l’altra stanno interessando il comune di Arce. Al pari però, cresce il richiamo alle responsabilità necessarie che occorrono per governare il paese. Dagli equilibri di maggioranza, alle competenze che i funzionari dell’ente devono assumersi, fino ad arrivare alle responsabilità che anche l’opposizione deve mostrare. Insomma, un messaggio chiaro prima che qualcuno possa pensare di fare qualche passo troppo affrettato. Anche sulla questione dei Vigili del Fuoco il primo cittadino si sarebbe attivato presso gli amministratori dell’ente montano cercando di trovare una soluzione ad un impasse che appare unicamente di natura tecnica. Stesso discorso per la determina dirigenziale con la quale viene assunto il nuovo funzionario dell’Utc e dove mancherebbe il parere contabile.
«Se l’atto senza parere è nullo – sembra che qualcuno abbia detto nell’ufficio del primo cittadino – se ne faccia un altro in modo corretto!».

88
Da: ; ---- Autore: