Spazi per il sociale – L’invito delle associazioni

ARCE – Spazi per la cultura, il sociale ed il tempo libero, le associazioni del paese sollecitano l’Amministrazione comunale.

Da molti anni, il paese può contare su nuovi luoghi dove poter svolgere iniziative di diverso genere, dedicate in particolar modo ai bambini, ai giovani e agli anziani.

Si tratta dei locali dell’ex mercato coperto, a due passi dalla piazza principale, occupati in parte dal Museo della Gente di Ciociaria, riconsegnati lo scorso settembre dalla XV Comunità Montana di Arce al Comune.

La questione, da più parti sollecitata, è quella del coordinamento e della gestione delle nuove sale, che comunque hanno bisogno di piccoli ma importanti interventi di adeguamento per fare in modo che gli ambienti siano in sicurezza ed utilizzabili al meglio.

Durante il periodo natalizio, proprio in questi locali, l’associazione “Nuovi Segnali ha curato una serie di manifestazioni che hanno ottenuto un buon successo di pubblico, confermando, ancora una volta, come questi spazi possano diventare un punto di riferimento per le diverse iniziative promosse dalle associazioni e gruppi del territorio.

Rimane da capire come l’Amministrazione intende coordinare questa opportunità e soprattutto in che tempi. Al momento diverse associazioni hanno fatto richiesta ed attendono di sapere se e come poter utilizzare le sale dell’ex mercato coperto.

Per citarne alcune, si va dalle attività dell’Oratorio parrocchiale, all’idea di trasferire la biblioteca del Centro Studi storico “Bernardo Nardone”, alle attività sociali de “La Lanterna”, fino ad arrivare all’attività turistica della locale Pro Loco.

Insomma, di cose da fare ce ne sarebbero tante e forse è auspicabile che l’assessorato alla cultura si faccia promotore di un coordinamento permanente capace di valorizzare le tante proposte ed idee. Poi, rimane da affrontare il discorso dell’adeguamento dei locali. Tra le prime cose da fare, le ampie vetrate necessitano di una ringhiera di protezione e la possibilità di garantire un maggior ricambio di aria. C’è da affrontare anche il problema dell’insonorizzazione delle sale al fine di renderle idonee a convegni ed esibizioni musicali.

175
Da: ; ---- Autore: