‘Sui cartelli turistici un diniego dal sapore puerile e dispettoso’ – Iliano Corsetti con un manifesto pubblico

ARCE – Il sindaco «padre e padrone» non consente l’installazione dei cartelli turistici? Il presidente dell’Intercomunale lo attacca con un manifesto pubblico.
Non si placano le stilettate tra gli ex amici di lista Iliano Corsetti e Roberto Simonelli. Il primo, presidente dell’associazione intercomunale “Valle del Liri”, ha fatto ricorso nuovamente alle bacheche pubbliche per denunciare la mancanza dell’autorizzazione del comune di Arce ad installare dei cartelli contenenti le informazioni turistiche sul paese.
«Questa associazione – scrive Corsetti – sta procedendo all’installazione in tutti i comuni della Valle, in accordo con i rispettivi sindaci, di bacheche “informa turista”. Tutto ciò, però, per quanto riguarda Arce non è fattibile in quanto il sindaco “padre e padrone” non concede le autorizzazioni necessarie formalmente richieste più di un mese fa. Trovo effimera e puerile – ha rincarato Corsetti – il diniego a tale autorizzazione pensando di fare un dispetto al sottoscritto. Il primo cittadino di Arce, non si rende conto che con un gesto inconsulto danneggia solo l’immagine di Arce e gli interessi degli arcesi. Uomini della giunta – conclude il presidente – aprite gli occhi! Svegliatevi dal dolce dormire, o meglio dal dolce far niente».
 

56
Da: ; ---- Autore: