Sulla nomina del tecnico la reprimenda di Nardone – La scelta per ‘Intuito personale’ non piace al consigliere

ARCE – «Questa amministrazione? Sempre la solita solfa!».
E’ il giudizio lapidario del consigliere d’opposizione Gianni Nardone che torna a parlare degli strani lamenti di palazzo.
«Dopo lo scossone dell’assessore al Bilancio, Marco Marzilli – ci ha detto Nardone – sono sempre più convinto dell’inadeguatezza di questa amministrazione comunale. La nuova questione scoppiata all’interno della lista “Liberamente per Arce” – ha aggiunto – non fa altro che confermare la mia tesi circa il fatto che l’attuale maggioranza a parole dice di rappresentare il nuovo, mentre nei fatti utilizza i metodi della vecchia politica. Ad esempio, nella giornata di domani (oggi ndr) dovrebbe avvenire la nomina del professionista a cui verrà affidata la direzione dell’Ufficio Tecnico comunale. Qualcuno mi ha soffiato un’indiscrezione circa il fatto che l’intuito personale del sindaco si poserebbe su di un professionista nativo del Pontecorvese. Una scelta, che stando ai fatti, dovrebbe rimanere indigesta a qualche esponente di sinistra che siede in giunta. A meno che, anche in questo caso, si preferirà inghiottire il boccone amaro in silenzio del nome di un qualche motivo che, francamente, ad oggi non trova proprio più giustificazione».
Intanto, le domande arrivate in comune per il funzionario dell’Utc dovrebbero essere cinque, mentre per l’istruttore direttivo a part-time, dovrebbero essere tre, ma tutte, da quanto è trapelato ufficiosamente, prive del requisito dei cinque anni di esperienza pregressa.

46
Da: ; ---- Autore: