‘Sulla raccolta differenziata poca verità’ – Colantonio replica a De Angelis

ARCE – «Fabio De Angelis dice cose non vere. E per la firma della convenzione aspettiamo la telefonata che fissi un appuntamento, perché non ho nessuna intenzione di fare viaggi e anticamere della speranza».
Parole che pesano come un macigno quelle dell’assessore all’Ambiente, Vincenzo Colantonio, riferite alle dichiarazioni del vicepresidente della Provincia, Fabio De Angelis.
«La determina, con cui viene deliberato il finanziamento al comune di Arce, esiste, perché ne ho copia. L’assessore sa bene che quel progetto il nostro comune lo sta già sviluppando, anche senza finanziamenti. Non saremmo capaci di prendere soldi per una cosa che stiamo già facendo, anche senza? E’ ridicolo perché la raccolta differenziata quasi al 50%, senza contributi, è realtà e i cittadini lo sanno. Dopo l’impegno di dicembre da parte dell’assessore sono andato due volte in provincia per firmare la convenzione; entrambe le volte mi è stato detto che i documenti erano in preparazione. Ho telefonato decine di volte ai vari funzionari indicati dall’assessore e ogni volta mi è stato detto che era tutto a posto e che aspettavano solo il ‘via’. Ho lasciato a tutti i miei recapiti telefonici pregandoli di chiamarmi non appena la pratica si fosse sbloccata. Ho insistito ancora, ma nulla. Qualche settimana fa ho smesso perché non vorrei che la correttezza istituzionale sia scambiata per stupidità e sia il preludio a diventare lo zimbello dell’opposizione ‘improbabile’. Se gli articoli di giornale hanno smosso la situazione – ha concluso l’assessore – sono felice per l’esito ma anche amareggiato per non essere riuscito a raggiungere l’obiettivo attraverso i canali istituzionali e per essersi incrinata la stima personale che ho sempre nutrito, e espresso pubblicamente, nei confronti dell’assessore De Angelis».

44
Da: ; ---- Autore: