Svaligiata l’abitazione del comandante dei Vigili – I ladri hanno agito di notte senza destare sospetti rubando contanti e oro

ARCE – Furto nella villa del comandante della Polizia Municipale.
Il colpo sarebbe stato portato a segno nella notte tra venerdì e sabato in una zona residenziale di via Borgo Murata a ridosso della parte sud della strada regionale Casilina. I malviventi, che probabilmente da tempo seguivano le abitudini della famiglia Marzilli, sono penetrati all’interno del recinto della casa facendo un buco nella rete metallica perimetrale. Poi avrebbero forato l’asse di una delle finestre poste sul retro del villino, probabilmente con l’ausilio di qualche utensile a batteria, e scardinato l’infisso. Una volta nell’abitazione i ladri si sarebbero portati nella parte superiore della villa, in una stanza solitamente non frequentata, dove la famiglia ripone i propri oggetti più cari. Qui avrebbero agito indisturbati portando via diversi preziosi in oro, due anelli antichi ricevuti in eredità, diversi regali e gioielli e una somma di denaro in contante ancora non quantificata. A dare l’allarme è stato lo stesso comandante Giampiero Marzilli, nelle prime ore del mattino di ieri. La preoccupazione è corsa immediatamente alle due figlie che, a differenza dei genitori, dormono al primo piano nelle stanze attigue a quella visitata dai ladri. Ma a quanto pare nessuno si sarebbe accorto della presenza dei balordi, che probabilmente avevano studiato nei minimi dettagli il loro piano.
Sul posto i carabinieri della Stazione di Arce con il comandante Gaetano Evangelista.
L’approssimarsi delle festività natalizie fa registrare solitamente un aumento di questo tipo di episodi. Gli uomini dell’Arma, comunque, già da giorni sono impegnati in una perlustrazione del territorio più capillare e i controlli sono stati rinforzati.

67
Da: ; ---- Autore: