Tassa sui rifiuti urbani, agevolazioni per il 2010 – Per accedere allo sconto sulla Tarsu è necessario presentare domanda scritta entro la data del 15 giugno. Può farlo che sceglie di smaltire in proprio il compostaggio domestico

ARCE – Al via le domande per usufruire dello sconto del 15% sulla Tarsu.
L’amministrazione comunale, attraverso un apposito avviso pubblico, ha reso note le modalità per accedere all’agevolazione dell’imposta relativa alla raccolta dei rifiuti per l’anno 2010, per quanti scelgono di smaltire in proprio il compostaggio domestico.
Le domande, da presentare su apposito modello, dovranno pervenire all’ente di via Milite Ignoto entro il prossimo 15 giugno. Successivamente a questa data le richieste avranno valore nei ruoli dall’anno 2011 in poi. Il requisito minimo per praticare il compostaggio domestico e godere della riduzione è la disponibilità di un giardino di almeno 20 mq. Coloro che godranno della riduzione tariffaria dovranno trattare in proprio tutti gli scarti organici di produzione domestica e gli scarti verdi del giardino utilizzando un’apposita compostiera. Gli utenti dovranno inoltre accettare i controlli che il Comune potrà effettuare e, in caso di improprio conferimento, avrà diritto di revocare il beneficio.  I cittadini che faranno richiesta dell’agevolazione rinunceranno automaticamente al diritto di conferimento del rifiuto umido, per cui non gli verranno consegnate le attrezzature (contenitori e sacchetti) e non gli verrà effettuato il ritiro domiciliare normalmente previsto per tutte le utenze. Alla domanda dovranno essere allegati: copia di documento di riconoscimento, fotocopia dell’avviso Tassa Rifiuti Urbani, oppure, solo in caso di nuove utenze, un’autocertificazione attestante relativa tassa per l’anno in corso. Sempre presso l’ufficio tributi è possibile presentare un’altra richiesta (anche qui è previsto un apposito modello) per la concessione in comodato gratuito della compostiera. Quest’ultimi contenitori sono disponibili in numero limitato e verranno assegnati in ordine di data, fino ad esaurimento della disponibilità. Per quanto riguarda l’effettiva partenza del nuovo tipo di raccolta, la ditta sta predisponendo il kit per le famiglie e l’organizzazione generale del servizio.
Presumibilmente la data d’inizio potrebbe subire un ritardo rispetto a quanto previsto inizialmente (1° giugno) di tre o quattro settimane.

56
Da: ; ---- Autore: