‘Temiamo per i nostri figli’ – La protesta è iniziata ieri davanti al municipio con una raccolta di firme

 

COLFELICE – Trasferire la scuola materna presso l’edificio delle elementari: i genitori dicono «no» alla decisione del sindaco che ha necessità di ristrutturare l’asilo.
La protesta è iniziata ieri pomeriggio sotto il palazzo municipale, ma le mamme sono pronte a dare vita ad una petizione che coinvolga tutto il paese. A nulla sono valse le rassicurazioni del sindaco Bernardo Donfrancesco: «Il secondo piano dell’edificio della scuola elementare è sicuro».
Insicurezza che si concentra tutta proprio su quel secondo piano della scuola. La problematica nasce, però, presso l’edificio della scuola dell’infanzia, dove si è reso necessario effettuati dei lavori di sistemazione. Per questo il primo cittadino ha pensato di spostare i piccoli della materna nella struttura delle elementari, in modo tale che i bimbi dell’asilo occupino il piano terra, mentre i circa 70 alunni delle elementari verranno spostati al piano di sopra.
«Questo piano – affermano i genitori – che un tempo era una terrazza, anni fa venne ritenuto non utilizzabile, inoltre l’edificio non possiede la scala antincendio a protezione di questo stesso piano, per questo noi temiamo per la sicurezza dei nostri figli, ma siamo convinti che anche la didattica sarebbe gravemente compromessa dalla convivenza tra alunni dalle esigenze così diverse tra loro».
Una delegazione di genitori, dopo l’assembramento in piazza, è entrata in Municipio per confrontarsi con il sindaco e manifestargli i timori.
A questo punto, Donfrancesco ha rassicurato i genitori, avanzando anche un’altra possibilità: «C’è stato il sopralluogo di un responsabile dell’ufficio tecnico e di un ingegnere della sicurezza, insieme al vicesindaco, in base al quale è stata constatata la sicurezza del piano. Si tratterebbe in tutti i casi di una convivenza momentanea – ha aggiunto il primo cittadino – oppure si potrebbero iniziare i lavori di sistemazione dell’asilo in estate, ma in questo caso si rischia lo slittamento dell’apertura per il prossimo anno scolastico».
I genitori, dal canto loro, hanno avanzato anche un’altra eventualità: quella di considerare l’edificio della scuola materna della frazione di Villafelice, scartata dal sindaco, secondo il quale ci sarebbero problemi di spazio.
I genitori, tuttavia, hanno continuato a manifestare dubbi: «Temiamo per la sicurezza dei nostri figli. A questo punto è meglio che la scuola chiuda!».
Poi hanno deciso di valutare le diverse possibilità prospettate insieme al sindaco e si sono dati appuntamento per sabato pomeriggio davanti alla scuola elementare, per una assemblea sull’argomento, intanto hanno dato il via alla raccolta firme contro l’accorpamento delle scuole.

 

27
Da: ; ---- Autore: