Terremoto nell’ufficio tecnico – Si dimette il dirigente Valletta. La nomina dell’architetto fu fortemente voluta dal sindaco Simonelli ma creò qualche indigestione tra i “suoi”

 

ARCE – Terremoto in comune, si dimette il funzionario dirigente dell’ufficio tecnico.
L’architetto Carlo Valletta avrebbe protocollato venerdì scorso la nota indirizzata al primo cittadino.
Un fulmine al ciel sereno? Sembrerebbe proprio di no. Piuttosto una decisione maturata nelle ultime settimane dopo che la situazione nell’area tecnica si è ulteriormente appesantita fino a diventare insostenibile. Ufficialmente, il professionista avrebbe lasciato l’incarico per poter riprendere a seguire gli impegni nella capitale, dove da diversi anni opera. Le incombenze dell’ufficio tecnico sarebbero troppe per essere affrontate con un part-time e, nonostante la buona volontà di lavorare oltre i propri orari, gli sforzi non sarebbero ripagati dalla “politica”, sempre pronta a chiedere di più, senza mai preoccuparsi di fornire i mezzi e i tempi adeguati. Basta pensare che gli stessi uffici, molto spesso, non sono dotati nemmeno della pur minima strumentazione necessaria come, ad esempio, personal computer e software per il disegno tecnico. Ma dietro la decisione di Valletta potrebbe esserci dell’altro. Gli equilibri e gli interessi dell’amministrazione comunale sarebbero contrastanti e molto spesso conflittuali. La nomina del professionista, ad inizio del 2010, è stata fortemente voluta dal sindaco che in questo modo ha inteso mettere una persona di sua stretta fiducia in un ufficio strategico come quello tecnico. Un atto che, oltre alle accese polemiche con l’opposizione, è rimasto però indigesto a qualche membro della maggioranza. Il violento scontro “di Natale” tra il sindaco Simonelli e l’assessore Emanuele Calcagni è in qualche modo riconducibile a questa decisione imposta dal primo cittadino. Ora rimane da capire quali vie d’uscita possono essere prospettate a questa ennesima patata bollente. E quali le conseguenze su tutta una serie di cantieri avviati e le opere in procinto di esecuzione.

 

85
Da: ; ---- Autore: